Categorie
Comunicati stampa 2021

Oggiono, 14 aprile 2021 Comunicato Stampa

Loris Papa porta sul podio al Mugello l’Abs Sport
Nell’apertura dell’Italiano Autostoriche non si smentisce il driver brianzolo alla
guida dell’inseparabile Fiat 128, mettendo alle spalle anche vetture di classe
superiore. Sfortunata partecipazione invece per Spreafico – Frigerio nel Rally di
Sanremo valido per il CIR. Prossimi impegni al Prealpi Orobiche e al Valli Ossolane.

Arrivano questa volta dalla pista le soddisfazioni per la Scuderia Abs Sport,
protagonista sul tracciato del Mugello, nell’apertura dell’Italiano Velocità
Autostoriche, di nuovo con Loris Papa. Sui saliscendi della pista toscana
l’inossidabile gentleman driver brianzolo, alla guida dell’inseparabile Fiat 128 1100cc
preparata dalla Sportauto, si è subito tolto la soddisfazione di cogliere il successo nella classe H1 TC, mettendo alla spalle anche vetture di categoria superiore nel corso della “2 Ore” di gara. Un bell’inizio per puntare di nuovo al titolo di categoria, dopo 7 anni di successi consecutivi.
“E’ stata un’apertura di stagione impegnativa soprattutto per le condizioni meteo –
afferma Loris -. Nelle qualifiche abbiamo girato tra bagnato e pista umida, che non
mi dispiaceva troppo a dire la verità. Purtroppo nel mio giro veloce una BMW si è girata davanti e fine del mio giro veloce. Il giorno della gara speravo nella pioggia, che non è arrivata, anche se il tracciato non era perfettamente performante. Così ci siamo concentrati nel portare all’arrivo la Fiat 128, che sui tratti in salita pagava
davvero tanto in fatto di potenza nei confronti delle Porsche primattrici. Ho cercato
di fare del mio meglio, tenendo alla spalle anche diverse vetture, ma soprattutto guardando a non compromettere il successo di categoria. Di più non potevo
aspettarmi da questo, devo dire faticoso, inizio di campionato. Ora pensiamo alla
prossima gara, in programma sulla pista di Imola nel week end dell’8/9 maggio. E’
un’altra pista da guidare, che mi piace molto. Soprattutto con la mia Fiat 128”.
Sfortunata, invece, la partecipazione al Rally di Sanremo, storico evento che
quest’anno, pur in emergenza pandemia, ha raccolto ben 350 equipaggi al via, divisi
in vari campionati. I colori Abs Sport erano rappresentati nel Rally valido per il
Campionato Italiano da Enrico Spreafico e Giovanni Frigerio, in gara con la
Renault Clio nella classe R1. I due lariani, che ha dispetto dell’età non più

giovanissima continuano a gareggiare con grande entusiasmo, questa volta hanno
dovuto fare conti con vari inconvenienti, dapprima sotto forma di problemi di assetto
poi di gomme. E pur con qualche spavento di troppo, con un dritto e un testacoda, i
due portacolori della Abs Sport si sono arresi solamente nella penultima speciale a
causa di una foratura, con conseguente perdita di circa 6 minuti e la decisione di
lasciar perdere sperando per vada meglio la prossima occasione.
Ora la scuderia oggionese guarda già all’intenso week end del 24/25 aprile, con due
rally in calendario in contemporanea. Appuntamenti che vedranno il presidente
Beniamino Bianco e il diesse Ivano Tagliabue fare gli straordinari per coordinare la
quindicina di equipaggi al via dello storico rally bergamasco Prealpi Orobiche e due
equipaggi all’altrettanto storico rally Valli Ossolane. Non è il record di partecipazione
assoluto della Abs Sport, ma poco ci manca. E in un periodo così particolare, è
davvero un bel segnale di fiducia per tutti.
Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Visits: 131 | Total: 10740
Categorie
Comunicati stampa 2021

Oggiono, 7 aprile 2021 Comunicato Stampa

Doppio impegno di prestigio per la Scuderia Abs Sport
La Scuderia oggionese sarà presente il prossimo week end al Rally di Sanremo,
valido per l’Europeo e l’Italiano, con i lariani Enrico Spreafico e Giovanni Frigerio,
iscritti con la Renault Clio RS nella classe R1. In pista al Mugello il brianzolo Loris
Papa va a caccia dell’ennesimo titolo Italiano di categoria con la Fiat 128.

Torna in pista nel weel end la Scuderia Abs Sport con una doppia partecipazione di
prestigio, al Rally di Sanremo, valido per l’Europeo e l’Italiano di specialità, in pista
al Mugello nell’apertura del campionato Italiano Austoriche. Protagonisti saranno i
lariani Enrico Spreafico e Giovanni Frigerio con la nuova Renault Clio RS Trophy
nel rally ligure e il plurititolato campione Italiano Loris Papa di nuovo con
l’inseparabile Fiat 128 1100cc.
Partendo dal Sanremo, al via della celebre corsa sulle strade liguri, che presenta ben
350 equipaggi iscritti, con anche diversi piloti internazionali presenti nel mondiale,
divisi in ben 3 competizioni distinte, il driver-meccanico Spreafico e l’abituale
Frigerio alle note puntano a ben figurare nella gara valida come seconda prova del
tricolore. Con il sogno di inserirsi nella lotta della classe R1.
Va detto che Spreafico è un appassionato puro e dopo aver dedicato molti anni al
mondo delle corse come meccanico, in queste ultime stagioni si sta togliendo delle
soddisfazioni anche come pilota, dapprima al volante della Suzuki Switf e ora con la
Renault Clio RS. Una crescita maturata con i risultati ottenuti. Un premio alla
passione dopo gli anni trascorsi come meccanico del team Jolly Club nei rally e nei
raid ai tempi delle Lancia e con il team N.Tecnology in pista con l’Alfa Romeo. E ora,
dopo aver raggiunto l’età pensionabile, si è rimesso in gioco senza farsi condizionare
più di tanto dalle giovani leve che scalpitano nei vari trofei promozionali.
Al 68° Sanremo i lariani Spreafico e Frigerio troveranno avversari agguerriti e un
lungo chilometraggio, ma non per questo hanno rinunciato ad essere al via.

“Il Rally di Sanremo è una gara storica, forse la più prestigiosa dell’intero
calendario nazionale – dice Spreafico -, ed essere alla partenza per noi è già un
motivo di orgoglio. Davanti abbiamo 9 speciali lunghe e impegnative, ma siamo
motivati e fiduciosi di poter dire la nostra in un contesto molto competitivo. Non ci
poniamo obiettivi particolari, puntiamo a concludere il Rally con un buon
piazzamento nella nostra categoria, se poi arriva qualcosa di meglio tanto di
guadagnato”.

Sulla pista del Mugello si apre invece la stagione 2021 del tricolore velocità
Autostoriche, con il brianzolo Loris Papa alla caccia dell’8° titolo tricolore di
categoria, ottenuti alla guida della Fiat 128 1100 cc, preparata anche in questa
stagione dal team Sportauto.
“Mi presento di nuovo con tante motivazioni di puntare ad un altro titolo di categoria
– afferma Loris -. Perchè non provarci di nuovo, poi adesso mi sono messo in testa di
sognare la “stella” dei dieci titoli italiani, per cui c’è ancora molta strada da fare.
Vediamo, partiamo dal Mugello, pista affascinante e impegnativa. Correrò ancora da
solo, senza cambio pilota. E’ una scelta che ho fatto anni fa e per ora sta pagando”.
Pure Loris è un grande appassionato di motori. L’esordio agonistico risale al 1972
sulla pista di Monza nel trofeo Cadetti di Formula Junior. In mezzo tante stagioni
agonistiche, tra cui anche numerosi rally, spesso alla guida della Opel Corsa, con la
soddisfazione di aver partecipato amche a 5 gare del Mondiale Rally. Poi il ritorno
alla pista rispolverando l’amata Fiat 128 in versione Gruppo 2, preparata dapprima
dal team Eco Racing e ora dal team Sportauto, con la quale ha inanellato finora 7
titoli italiani consecutivi. Quando si dice che la determinazione paga.
Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Categorie
Comunicati stampa 2021

Oggiono, 24 marzo 2021 Comunicato Stampa

La Scuderia Abs Sport sul podio con Maroni Junior
Nella Salita del Costo, prova d’apertura del TIVM, il promettente driver valsassinese centra la top ten nell’assoluta e il successo di categoria con l’Osella PA 21 motorizzata Suzuki. Nell’Italian Baja di cross country pur con una pesante penalità i brianzoli Semeraro e Garavaglia concludono con un buon piazzamento.

Brilla anche in Salita la Scuderia Abs Sport con Giancarlo Junior Maroni sugli scudi nella prima prova del Trofeo Italia Velocità Montagna, andata in scena nel vicentino. La classica Salita del Costo a Cogollo del Cengio ha visto fin dalle prime prove protagonista il driver valsassinese, a fine evento ottimo sesto assoluto e vincitore della classe E2SC, ovvero primo tra i prototitpi con motore motocicilistico, alla guida della Osella PA 21 motorizzata Suzuki Hayabusa 1300.
A causa della neve arrivata alla vigilia, gli organizzatori vicentini sono stati costretti a ridurre una manche di gara dal programma originario per recuperare un turno di prove nel giorno della gara. Il promettente Maroni, nonostante anche qualche probelma tecnico riscontrato nelle qualifiche, nell’unica salita in programma si è presentato deciso a dare tutto senza risparmiarsi e all’arrivo è stato premiato da un ottimo risultato complessivo.

Sono molto contento del piazzamento assoluto – dice Giancarlo -, soprattutto dopo
la giornata di vigilia, davvero poco adatta per le corse automobilistiche, in
particolare per una gara in salita. Mi ha fatto venire dei grattacapi non di poco il
percorso da affrontare con quel tempo davvero invernale. Ma grazie al team, con mio papà Benvenuto (ex pilota; ndr) in prima linea, abbiamo studiato il set up adatto per la gara. Dopo le prove, molto sofferte, abbiamo deciso di rivedere l’assetto per fare lavorare meglio le gomme, perché le temperature rigide non ci aiutavano. Scelta che si è rivelata azzeccata in gara, premiando tutto il lavoro fatto in assistenza nelle ore notturne. E’ stato un bel regalo per il team e la mia famiglia che mi segue sempre con tanta passione. Avrei anche potuto fare meglio nell’assoluta, ma va benissimo anche così. Piazzarmi nella top ten con vetture più potenti della mia e cogliere il successo
di categoria è già una bella soddisfazione e un bell’inizio di stagione. Adesso ci
prendiamo una breve pausa ma nel frattempo rifaremo la livrea dell’Osella PA 21 per presentarci ancora più motivati alla prossima salita” .

In Friuli è arrivato un altro piazzamento con i brianzoli Paolo Semeraro e Paolo
Garavaglia nell’Italian Baja International. Nella prova d’apertura del Trofeo Italia
per la specialità Cross Country l’equipaggio brianzolo ha centrato l’obiettivo
dell’arrivo nell’impegnativa gara di Pordenone alla prima esperienza con un Nissan
Patrol T1, conclusa al ventesimo posto nell’assoluta.

“L’obiettivo era fare esperienza con questo tipo di gare e con il nostro Nissan Patrol
motorizzato Mitsubishi – afferma Semeraro -. Potevamo piazzarci anche meglio di
alcune posizioni, ma alcuni guai di natura tecnica ci hanno fatto incappare in una
penalità di 3 minuti. Visto il nostro vero obiettivo, non abbiamo guardato tanto alla
classifica ma abbiamo proseguito fino all’arrivo, che per noi è stato un successo”.

Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Categorie
Comunicati stampa 2021

Oggiono, 16 marzo 2021 Comunicato stampa

Un doppio piazzamento nell’assoluta nei rally per Abs Sport
Impegni su più fronti e due piazzamenti nell’assoluta colti da Andreucci-Pinelli e
Cattaneo-Longhi che regalano soddisfazione alla Scuderia Oggionese. E il prossimo
week end altri due appuntamenti di prestigio attendono Maroni Junior in Salita nel
vicentino e Semeraro-Garavaglia nell’Italian Baja a Pordenone.
Un week end speciale per la Scuderia Abs Sport, con un doppio piazzamento di
prestigio nell’assoluta al Ciocco e a Castelletto di Branduzzo.
Nel 44° Rally del Ciocco e della Valle del Serchio, prova d’apertura del Campionato
Italiano, con i colori Abs Sport erano in gara il plurititolato Paolo Andreucci e
Francesco Pinelli con la Skoda Fabia Evo 2 di H-Sport curata da Silvio Lazzara e
gommata MRF Tyres. L’obiettivo di Andreucci e del team era soprattutto quello di
portare avanti lo sviluppo delle nuove coperture indiane, un test sul campo di gara
che all’arrivo ha soddisfatto il campione toscano e il team, piazzatisi nella top ten
assoluta con un 9° posto che non evidenzia tutto quanto visto in gara, con parziali
anche da podio.
A seguire la gara in Toscana c’erano il presidente e il diesse, Beniamino Bianco e
Ivano Tagliabue, che non hanno voluto perdersi questo momento storico della
Scuderia oggionese.
“E’ stato emozionante vedere un campione del calibro di Andreucci gareggiare in un
rally valido per il CIR con i nostri colori – afferma il presidente Bianco -.
Seguendolo da vicino all’assistenza ho potuto constatare una volta di più quando sia
stimato e molto professionale nel suo lavoro. Sempre dettagliato nello spiegare le
sensazioni al team e il comportamento delle nuove gomme ai tecnici di MRF Tyres,
trovando anche il tempo di salutare gli appassionati. Straordinario in tutto. Per noi è
stato un onore vedere il nostro logo sulla vettura di Andreucci e per questo devo dire
grazie a Marco Paccagnella che ha organizzato in pochi giorni tutta l’operazione”.
Gli fa eco il diesse Tagliabue: “Da appassionato ho sempre seguito Andreucci e
trovarmi li a carpire e capire i segreti del motorsport dietro le quinte è stato un
momento incredibile. Poi la gara. Nella prima tappa era secondo assoluto ad un
soffio da un big del mondiale come Neuville su terreno bagnato. Nella seconda tappa
l’asfalto è diventato asciutto, sotto un sole primaverile, e il team si è concentrato
sullo sviluppo delle nuove coperture. Alla fine è uscito comunque un piazzamento

nella top ten dell’assoluta, ed anche per noi di Abs Sport è stata una bella
soddisfazione. Vedere un campione come Andreucci, non più giovanissimo, che si
rimette in gioco con nuove sfide, è davvero un esempio per tutti i giovani che si
avvicinano al motorsport”.
Altre soddisfazioni sono arrivare da Castelletto di Branduzzo, nel 5° Rally Motors
Circuit, grazie alla bella prova del brianzolo Luca Cattaneo con a fianco un
navigatore d’eccezione come Piero longhi, campione nel CIR nel 2000.
Una gara partita in sordina, con qualche sbavatura di “catta77” all’inizio delle prime
due prove, giustificate da quasi un anno di assenza dalla corse e quasi un pò timido
nelle prime fasi alla guida della Skoda Fabia R5 curata dal team Metior. Ma con le
indicazioni dettate da Longhi le prestazioni sono man mano migliorare, fino ad
arrivare a conquistare un bel 6° assoluto. Inatteso per come si erano messe le cose.
“Modificando l’assetto della vettura e con le indicazioni dettate da Longhi, ho preso
confidenza e migliorato sempre più i tempi in gara – afferma Cattaneo -. Ci siamo
divertiti da matti, con Piero al mio fianco ho imparato piu cose in questo rally che in
oltre dieci anni di corse. Ho appreso cose importanti nella guida della Skoda Fabia
che non sapevo, ma soprattutto mi sono sentito più sicuro e sono certo che quanto
imparato mi sarà utilissimo nei prossimi impegni agonistici”.
In contemporanea, nel Rally del Bardolino, nel veronese, Massimo Albrigoni e
Maurizio Della Torre hanno invece dovuto masticare amaro dopo un’ottima gara. A
bordo della Renault Clio RS erano secondi di classe, vicinissimi ai leader Marini e
Morina, ma un errore sulla settima speciale li ha costretti al ritiro.
Il commento di Marco: “Mi spiace, soprattutto per mio figlio Mattia che faceva il tifo
per me, però siamo consapevoli che ci abbiamo messo tutto l’impegno possibile per
conquistare il podio. Adesso vedremo di sistemare la Clio per il Prealpi Orobiche, la
gara di casa di metà aprile, dove spero di poter fare un risulato migliore”.
E malgrado le restrizioni, gli impegni della Scuderia Abs Sport proseguono anche il
prossimo week end, con il debutto stagionale nelle gare in salita di Giancarlo Junior
Maroni. Il talentuoso valsassinese sarà al via della prima prova del TIVM, la 29^
Salita del Costo, nel vicentino a Cogollo del Cengio, sempre a bordo del Prototipo
Osella Jrb 21. A Pordenone, nell’Italian Baja, gara valevole per il tricolore Cross
Country, tornano a gareggiare insieme i brianzoli Paolo Semeraro e Paolo
Garavaglia, portando di nuovo in gara dopo l’esperienza di fine anno in Toscana il
Proto T2 Nissan Patrol motorizzato Mitsubishi.


Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Visits: 253 | Total: 10740
Categorie
Comunicati stampa 2021

Oggiono, 9 marzo 2021 Comunicato Stampa

Paolo Andreucci al via del Rally del Ciocco con Abs Sport
Colpo grosso della Scuderia oggionese che si è assicurata la partecipazione nel rally
toscano con i propri colori del plurititolato campione italiano, iscritto con la Skoda
Fabia del team H-Sport. E al Rally Motors Circuit un altro campione italiano, Piero Longhi, “navigherà” il brianzolo Luca Cattaneo, anch’essi su Skoda Fabia.

Si avvicina un altro week end denso di impegni per la Scuderia Abs Sport, che per l’occasione sfodera un vero e proprio asso alla vigilia del 44° Rally del Ciocco e Valle del Serchio, prova d’apertura del Campionato Italiano Rally in programma venerdì 12 e sabato 13 marzo in Toscana. Con i colori della scuderia oggionese sulle strade della Garfagnana gareggerà nientemeno che il plurititolato Paolo Andreucci, affiancato da Francesco Pinelli sulla Skoda Fabia Evo 2 in versione R5 appena arrivata in casa H-Sport e curata dal preparatore Silvio Lazzara, con l’appoggio del costruttore di pneumatici indiano MRF Tyres. Davvero un colpo grosso, una sorpresa e un sogno che si avvera nella Scuderia oggionese presieduta da Beniamino Bianco, con il dirigente-pilota Marco Paccagnella a fare da tramite nel concretizzare in breve tempo l’operazione.
A spiegare i dettagli di questo accordo a sorpresa è il diesse Ivano Tagliabue.

“Vorrei dire che, prima di tutto, oltre che dirigente e quando capita anche pilota,
sono soprattutto da sempre un appassionato di rally e trovarmi a definire l’iscrizione di Paolo Andreucci è stato qualcosa di speciale. Direi un momento indimenticabile per tutti noi della Abs Sport. Un sogno che si avvera vedere un campione del calibro di Andreucci “vestire” i nostri colori. Tutto è nato grazie all’amicizia tra il presidente Bianco, Paccagnella e la squadra torinese H-Sport, e quando si è ventilata l’ipotesi di “accasare” Andreucci con noi, il passo è stato breve. Visto il poco tempo per definire i programmi, per ora la partecipazione è vincolata al Rally del Ciocco, ma non è detto l’impegno tra Abs Sport, H-Sport e Andreucci possa prosegujire in altre occasioni. E’ da vedere, tutto è possibile, per noi sarebbe un colpo di cui andare fieri. Non è la prima volta che rallisti di prestigio si “accasano” con noi per disputare una gara, questa è però la prima volta che un campione del livello di Andreucci “veste” i colori Abs Sport”.

Per ripercorrere la carriera di Paolo Andreucci ci vorrebbe lo spazio di un libro. Finora ha collezionato ben 11 titoli di Campione Italiano Rally, conquistati con Subaru, Fiat e Peugeot. Un palmarès straordinario, farcito da numerose vittorie nei trofei Fiat Uno turbo, 2 Ruote motrici con la Renault Clio Williams, Peugeot, marca con la quale ha scritto per anni pagine indimenticabili nei campionati italiani rally, con l’ultimo tricolore conquistato con la 208 R2C con a fianco la storica navigatrice Anna Andreussi. E ora questa nuova sfida nel CIR con la Skoda Fabia Evo 2 in versione R5 di H-Sport.
Altra novità nella Scuderia oggionese è la partecipazione al Rally Motors Circuit a Castelleto di Branduzzo con un inedito equipaggio formato dal driver brianzolo Luca Cattaneo con a fianco un “navigatore” d’eccezione, ovvero l’ex Campione Italiano Piero Longhi sulla Skoda Fabia R5 del team Metior. Un’altra splendida sorpresa per la scuderia oggionese vedere “accasato” un altro big del rallismo come Longhi, che da tempo, tra i suoi molteplici impegni, è anche istruttore presso la Scuola Federale e di certo avrà modo di dare preziosi consigli a Cattaneo nel week end pavese. Ma non è finita, in concomitanza, al Rally del Bardolino, nel veronese, saranno in gara anche Marco Albrigoni con a fianco per la prima volta Maurizo Della Torre, a bordo della Renault Clio RS autopreparata in versione Prod S3. Davvero un trittico di impegni da
lasciare di nuovo stupiti.
Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Categorie
Comunicati stampa 2021

Oggiono, 3 marzo 2021 Comunicato Stampa

Il Rally dei Laghi regala i primi podi del 2021
Con un tris di podi nel rally varesino la Scuderia Abs Sport apre ufficialmente la nuova stagione, caratterizzata subito da una marcata partecipazione di equipaggi in tre diversi appuntamenti. Festeggiano sul podio Sergio e Maria Rosa Brambilla, Alessandro Muzio e Bruno Rotondario, Paolo Corbellini e Davide Bozzo.

Buona l’apertura, con un tris di podi nel Laghi che fa ben sperare. La stagione 2021 è
definitivamente decollata anche per la Scuderia Abs Sport con un triplice impegno
tra Rally dei Lagni, Ronde del Canavase e Kartsport Circuit che ha visto
protagonisti diversi equipaggi. Nel classico Laghi, valido per l’apertura della Coppa
Rally Zona, si sono posti in evidenza Sergio e Maria Rosa Brambilla, con un terzo
posto di classe che va stretto ai fratelli olginatesi, in gara con la Peugeot 106 nella
classe PE5. Dopo una lunga lotta per il podio sul filo dei decimi, all’arrivo a Varese –
Schiranna Sergio e Maria Rosa si sono dovuti accontentare del gradino più basso per
un solo decimo di secondo.
Commenta Sergio:

“Dopo l’ultima prova durante il trasferimento mia sorella,
incredula, mi dice che abbiamo perso la seconda posizione per un decimo di
secondo. Non ci credevo, ma poi ce l’hanno confermato all’arrivo. Così sono le gare.
Però siamo stati contenti ugualmente per la gara disputata, io personalmente di più
per avere ritrovato la grinta agonistica che avevo perso lo scorso anno. E in questo
devo ringraziare mia sorella che mi ha sempre sostenuto. E’ stato un bel rally,
soprattutto era da un po’ che non si vedeva una lotta così nella nostra classe. Devo
ringraziare mio fratello Roberto, che mi ha lasciato per l’occasione la vettura
andando a noleggiarne un’altra sempre per il Laghi, e l’officina calolziese Twetty
garage per l’assistenza”.

Sul podio troviamo anche Alessandro Muzio e l’esordiente Bruno Rotondario con
la piccola Mitsubishi Colt nella classe RSd diesel. Se il successo nella classe in
solitaria era nelle corde, va detto che nonostante i pochi cavalli a disposizione hanno
messo alle spalle anche vetture più potenti della loro Colt.
Subito dietro nell’assoluta troviamo Roberto Brambilla e la nipote Sara Brambilla,
condizionati da alcuni problemi all’acceleratore della loro Peugeot 106, con la quale
tuttavia sono riusciti alla fine a classificarsi in quarta posizione di classe A5.
Buon piazzamento finale anche per Roberto Vanini e Susy Muzio, che si sono
alternati al volante della Peugeot 106 S16 dell’amico Iannello e curata dal team
Allien Car con la quale hanno concluso al 58° posto nell’assoluta e all’8° nella
affollata classe N2. Amaro ritiro invece per il dottore volante Valerio Rossini e la
moglie Manola Ciceri per la rottura del motore della loroa Peugeot 106 nel corso del
trasferimento nella seconda speciale.
Nel rally storico dei Laghi a far fare un gran figurone alla Scuderia oggionese, con un
secondo posto assoluto, sono stati Paolo Corbellini e Davide Bozzo, abituali
navigatori che per l’occasione hanno pensato di formare un inedito equipaggio. Al via
con la Ford Sierra Cosworth del team G. Car Sport, dopo un inzio cauto per capire
bene la vettura, nella seconda parte hanno dato fondo a tutte le energie, completando
il rally con una splendida piazza d’onore ad un dozzina di secondi dai vincitori. Di
certo la Sierra Cosworth non era la vettura più ideale per i tratti tortuosi della speciali
Sette Termini e Alpe Tedesco, ma alla fine esperienza e determinazione sono risultate
determinanti per l’ottimo piazzamento finale.
In Piemonte, nella Ronde del Canavese, piazzamento finale sotto le aspettative per
Gianluca Crippa e Giada Pecis con la Skoda Fabia del team RT, all’arrivo in 25^
posizione nell’assoluta.
“Nello shakedown siamo incappati in una divagazione che ci ha tolto un po’ di
fiducia in avvio – dice Crippa -, da lì la nostra gara è stata poi condizionata nel
risultato finale. Abbiamo quindi cercato di chiudere bene il rally senza strafare”.
Esordio con problemi, infine, per il giovane cassaghese Marco Bertelli che nella
prima prova del kartsport Circuit a Ottobiano è incappato in una qualifica poco
fortunata e due manches condizionate da un problema al telaio. Ora l’obiettivo è
quello di rifarsi nel prossimo appuntamento a merà marzo in Franciacorta.
Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Visits: 168 | Total: 10740
Categorie
Comunicati stampa 2021

Oggiono, 24 febbraio 2021 Comunicato Stampa

Laghi, Canavese e Kartsport nel week end Abs Sport
Intenso fine settimana per la Scuderia oggionese, presente al Rally dei Laghi con sei
equipaggi a caccia del podio di categoria. Nella Ronde del Canavese debutto di
Crippa – Pecis con la Vw Polo R5, mentre nei kart ad Ottobiano esordio di Bertelli.

Triplice impegno per la Scuderia Abs Sport nel week end, con la partecipazione al
Rally Internazionale dei Laghi, alla Ronde del Canavese e all’apertura del campionato Kartsport Circuit. Ce n’è, insomma, per appassionarsi come mai.
L’evento clou è rappresentato dal rally varesino, che apre la stagione della Coppa Rally Zona lombarda. Appuntamento di prestigio, che ha visto nomi illustri nell’albo d’oro e che anche in questa edizione, pur condizionata dalla pandemia, si presenta con
un numero di iscritti da lasciare stupiti: ben 148 gli equipaggi che hanno aderito alla gara, tra vetture moderne e storiche. Il rally è in programma interamente nella giornata di domenica 28 febbraio, data insolita rispetto alla tradizione di fine marzo, ma che, come si è visto, non ha tolto l’interesse dei partecipanti. Peccato solo che l’evento sia a “porte chiuse” per il pubblico, per le note normative di sicurezza, con partenza da Caravate e arrivo a Varese – Schiranna.

E veniamo agli equipaggi Abs Sport alla partenza del Rally dei Laghi, in cui spiccano anche sfide in famiglia. Partiamo dai fratelli olginatesi Brambilla, da anni sulla scena rallistica, che si presentano subito al via anche della prima gara di CRZ 2021, con Roberto Brambilla al debutto nel rally varesino come pilota, affiancato per la prima volta dalla nipote Sara Brambilla sulla abituale Peugeot 106 Rally 1.3 cc. Il fratello Sergio, papà di Sara, sarà invece al via con la sorella Maria Rosa,
navigatrice di provata esperienza, anch’essi su Peugeot 106. Obiettivo per entrambi gli equipaggi il podio nella classe Prod E5. Al via del Laghi sulla scia delle brillanti
prestazioni negli scorsi anni, in cui spicca il successo di classe del 2019, ultima edizione disputata, anche i coniugi comaschi Valerio Rossini e Manola Ciceri, iscritti nella Prod E6 con la Peugeot 106 S16 curata dal team Saldarini. In gara troviamo anche il valbronese Roberto Vanini e Susy Muzio, che si alterneranno alla guida della Peugeot 106 S16 di classe PS2, la più affollata del rally varesino. E per completare le sfide in famiglia, all’esordio nella RSD 1.5 con l’inedita Mitsubishi Colt diesel troviamo anche il pilota di Barni Alessandro Muzio, navigato dal canzese Bruno Rotondaro, da poco arrivato alla Abs Sport. Nel rally storico, aperto a vetture omologate fino al 1991, si presentano invece per la prima volta con i colori Abs Sport
il bellagino Aurelio Corbellini in coppia con il canzese Davide Bozzo, al via con la Ford Sierra Cosworth curata dalla G.Car Sport. Di certo non mancherà la cavalleria all’equipaggio lariano per divertirsi e puntare al podio.

In contemporanea in Piemonte, nella classica Ronde del Canavese, saranno in gara i giovani bergamaschi Gianluca Crippa e Giada Pecis, che dopo le esperienze passate con la Skoda Fabia si presentano al via della nuova stagione con la Vw Polo R5 curata dalla RT. La prova di Pratiglione sarà il teatro della sfida, per nulla facile per i concorrenti, viste le abituali insidie del tracciato, con sede centrale dell’evento a Rivarolo Canavese.
Nel mondo dei kart si presenta al via della nuova stagione il cassaghese Marco Bertelli, uscito dalla scuola di pilotaggio di Alan Scorcioni e dalla partecipazione al Rally Talent. Ora è già tempo di gare e il giovanissimo cassaghese ha scelto la serie organizzata dal Brianza Karting di Carate Brianza che conta numerosi appuntamenti nel corso dell’anno, con prima tappa sul circuito di Ottobiano. Per l’esordiente driver
Abs Sport il primo obiettivo è maturare esperienza in un contesto competitivo.


Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Visits: 342 | Total: 10740
Categorie
Comunicati stampa 2021

Oggiono, 17 febbraio 2021 Comunicato stampa

Debutto agrodolce nel Rally del Carnevale
Apertura di stagione per la Scuderia Abs Sport nel classico Rally del Carnevale con Alessandro Pedrini e Lena Tarzia in gara con la Renault Clio in versione R3C. Il piazzamento finale è stato condizionato da un tesdacoda nelle battute inziali, che ha tolto all’equipaggio bergamasco ogni chance di lottare per il podio di categoria.

Debutto stagionale agrodolce per la Scuderia Abs Sport al Rally nel Carnevale. Più che un rally è stato quasi uno “scherzo” di Carnevale la partecipazione di Alessandro Pedrini e Lena Tarzia al rally lucchese. Di fatto lo storico rally toscano, che ha visto quasi centodieci equipaggi iscritti, si è rivelato sfortunato fin dalle prime battute per l’equipaggio bergamasco, al via con la Renault Clio R3C curata da Beppe Silvano del team SMD Racing con l’obiettivo di testare la vettura in prospettiva campionato IRC Cup. Alla fine la costanza è stata premiata con l’arrivo in rimonta al 50° posto nell’assoluta, il 20° di gruppo e il 4° di classe. Poteva andare meglio, ma le corse, sia sa, a volte si rivelano in salita fin dalle prime battute.

“Siamo partiti determinati per provare nuove soluzioni tecniche della nostra Clio in
versione R3C – afferma Pedrini – con un assetto molto duro, ma le temperature
fredde fin da subito ci hanno fatto prendere grossi rischi. E nel secondo tratto
cronometrato ci siamo poi girati nell’unico punto stretto della prova, perdendo oltre
2 minuti di tempo per rimettere nel senso di marcia la vettura. Lo sconforto è stato
tanto, ma abbiamo deciso di continuare lo stesso, anche perché era Lena ad
incoraggiarmi. Alla fine siamo arrivati al traguardo, recuperando posizioni ma non
quella che speravamo al via, tuttavia la scelta di completare la gara si è rivelata
utile in prospettiva futura”.

Aggiunge Lena: “Era tanta la curiosità che avevamo al via del rally, soprattutto
perché vogliamo presentarci senza lasciare nulla al caso nel campionato IRC Cup
che scatterà in primavera. Purtroppo quel doppio testacoda nelle battute iniziali ci
ha scoraggiato, ma poi ci siamo confrontati anche con l’assistenza e ne è venuta
fuori una gara-test nel vero senso della parola che ci ha ripagati dell’impegno
nell’affrontare la trasferta in Toscana. Qualche tempo interessante è venuto fuori,
soprattutto nella seconda parte, pur usando solo gomme che avevamo già a
disposizione. Adesso contiamo di partecipare al Rally del Bardolino a marzo, in
attesa del Prealpi Orobiche, la nostra prima gara cerchiata in rosso sul calendario e
a cui teniamo tantissimo”.

Ora la scuderia oggionese si prende una breve pausa di una settimana, prima di tornare di nuovo in gara nel Rally Internazionale dei Laghi, classico appuntamento varesino, prova d’apertura della Coppa Rally Seconda Zona, quest’anno anticipato all’ultimo week end di febbraio dalla tradizionale data di fine marzo. Per il diesse Ivano Tagliabue sono comunque giornate intense per definire le iscrizioni degli equipaggi Abs Sport. che pur con tutte le problematiche legate alla sicurezza hanno già annnciato una partecipazione nutrita. La passione non smette mai alla Abs Sport.


Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Categorie
Comunicati stampa 2021

Oggiono, 10 febbraio 2021 Comunicato Stampa

Si riparte dal Rally del Carnevale
La Scuderia oggionese apre la stagione 2021 con la partecipazione al classico Rally del Carnevale in Toscana con al via Alessandro Pedrini e Lena Tarzia con la Renault Clio in versione R3C. In via di definizione gli altri appuntamenti agonistici del 2021 che saranno di nuovo improntati su Rally, Pista e gare in Salita, nei vari campionati Nazionali, Coppe e Trofei. Il prossimo impegno sarà il Rally dei Laghi a fine mese.


E’ tempo di riaccendere i motori alla Scuderia Abs Sport. In questo week end parte
la stagione 2021 con la partecipazione al 37° Rally del Carnevale in Toscana con al
via l’equipaggio della Val Seriana formato da Alessandro Pedrini e Lena Tarzia,
iscritti con la Renault Clio in versione R3C preparata dal team SMD Racing.

“Abbiamo deciso di prendere parte al “Carnevale” solo negli ultimi giorni, dopo i
test che abbiamo svolto settimana scorsa a Castelletto di Branduzzo – dice Pedrini -.
Eravamo un po’ indecisi, ma la voglia di tornare a gareggiare e lasciarsi alle spalle
per un week end i proplemi legati alla pandemia, ha preso il sopravvento su tutto.
Inoltre la gara toscana è tra le più belle del panorama nazionale ed arriva sempre in
un momento in cui c’è il desiderio di vedere gli ultimi aggiornamenti delle vetture
dopo la pausa invernale. Affronteremo il “Carnevale” con l’obiettivo di rifinire il set
up della nostra Renault Clio in prosepettiva dei prossimi impegni del campionato
IRC Cup, a cui abbiamo deciso di partecipare anche quest’anno sulla scia del podio
di categoria conquistato la scorsa stagione. Oltre all’IRC Cup prenderemo parte ad
alcune gare selezionate, tra queste appunto il rally toscano, puntando a migliorare
quanto fatto la scorsa stagione, con Lena Tarzia sempre navigatrice di riferimento”.

Frattanto il diesse della Scuderia oggionese, Ivano Tagliabue, sta definendo con i
vari equipaggi i programma sportivi nazionale e regionali della nuova stagione, che
sarà di nuovo divisa tra Rally, Pista e gare in Salita.

“Speravamo come tutti di ritrovarci al via della nuova stagione in una situazione
migliore, ma l’emergenza sanitaria è ancora lì a ricordarci che serve attenzione –
afferma Tagliabue -. La passione per il motorsport ci porta comunque a guardare
avanti con fiducia, soprattutto dopo la stesura dei nuovi protocolli stabiliti da Aci
Sport nell’affrontare le gare, i rally in particolare, che ci impongono severe
normative da seguire. Tradizionalmente febbraio è il mese dei primi rally e dopo il
“Carnevale” contiamo di essere al via del Rally Internazionale dei Laghi, classico
appuntamento varesino, quest’anno anticipato a fine febbraio rispetto a fine marzo.
Sarà un po’ il via ufficiale della nuova stagione, con diversi nostri equipaggi
intenzionati ad essere l via. Al momento non abbiamo ancora definito tutti gli
impegni del 2021, anche perché come tutti in questo momento è difficile
programmare una stagione definitiva con la situazione attuale. Il nostro obiettivo è
però quello di ripetere quanto fatto la scorsa stagione, che seppure compressa nel
calendario ci ha visto partecipare ad una trentina di gare, con oltre centocinquanta
iscrizioni complessive. Un obiettivo che, se raggiunto, sarebbe per noi oltremodo
gratificante. Vorrei aggiungere che già dal Rally del Carnevale continueremo a
seguire i nostri equipaggi con vari aggiornamente sul canale YouTube – Scuderia
Abs Sport, che già nella scorsa stagione ha visto migliaia di visualizzazioni”.

Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Categorie
Comunicati stampa 2020

Oggiono, 29 dicembre 2020 Comunicato Stampa

Scuderia Abs Sport, un 2020 comunque da ricordare
Il bilancio sportivo della Scuderia Abs Sport registra la partecipazione a ben 25 appuntament tra rally, pista e salita e la conquista del podio in oltre trenta occasioni. Con circa cento iscrizioni singole alle varie gare. Il diesse Tagliabue:“Alla ripartenza a giugno mai avremmo pensato ad un risultato complessivo simile”.

La particolare stagione 2020, vissuta con il cuore in gola da tutti, sta per essere finalmente lasciata alla spalle. Ed anche la Scuderia Abs Sport guarda già al futuro, con la speranza che sia migliore di quest’anno. E’ stata una stagione anomala per il motorsport, non c’è dubbio, con il semaforo verde che sembrava non accendersi mai.
Poi l’inizio, seguendo strette normative di sicurezza, e con il rombo dei motori è tornato anche l’entusiasmo. Con le gare che hanno di nuovo preso l’attenzione, almeno in alcune giornate. E week end dopo week end la Scuderia oggionese ha costruito un’altra annata sportiva da ricordare.

“Il bilancio sportivo del 2020 è da considerarsi decisamente positivo, pur con tutte le
problematiche vissute nel preparare e affrontare le gare – afferma il diesse Ivano
Tagliabue – . E nonostante l’emergenza quotidiana, siamo riusciti a partecipare a
ben 25 appuntamenti, tra rally, pista e salita, salendo sul podio in oltre trenta
occasioni.Con circa cento iscrizioni singole alle varie gare. Alla ripartenza a giugno
mai avremmo pensato ad un risultato complessivo simile. Merito soprattutto della
passione che ha contraddistinto i nostri piloti in ogni momento. Successi e podi
quest’anno hanno avuto un sapore diverso, speciale direi. Poi c’è la sottolineare
anche la partecipazione all’Aci Rally Monza, quest’anno valido per il mondiale, con Marco Paccagnella e Beniamino Bianco, dirigenti ma soprattutto grandissimi
appassionati e trascinatori di tutto il gruppo. Il loro arrivo finale nell’Aci Rally
Monza con la Skoda Fabia R5, pur tra mille difficoltà, è stato il premio più bello per tutta la nostra Scuderia che si è sentita rappresentata sul palcoscenico iridato”.

E veniamo alla stagione, con i principali protagonisti.
“Da sottolineare il settimo titolo di Loris Papa nel Campionato Italiano Velocità
Autostoriche classe H1TC con l’inseparabile Fiat 128 – continua Tagliabue -. Una vittoria assoluta è stata colta da Giancarlo Junior Maroni nel Formula Challenge a Castelletto di Branduzzo, gara valida per l’Italiano. Il valsssinese si è ben distinto anche nel CIVM con la sua Osella PA 21, conquistando diversi podi di categoria.
Bravi anche Marco Albrigoni e Massimo Paganelli, finalisti di Coppa di zona a
Como grazie ai podi conquistati nel corso della stagione. Da aggiungere il buon
quinto posto nella classe R3C nel campionato IRC Cup e il secondo di classe nella
Coppa di zona per Alessandro Pedrini con Lena Tarzia, il presidente Bianco e
Zanni che si sono alternati alle note. Da aggiungere poi il successo di classe R1
nella Quinta zona rally per i mai domi erbesi Enrico Spreafico e Giovanni Frigerio e il secondo posto degli olginatesi Roberto Brambilla e Stefania Radaelli nella stessa zona. Quest’anno abbiamo poi avuto il record di equipaggi partenti al Trofeo Aci Como, con una ventina di iscritti, tra i quali anche il rientrante Carlo Galli e per l’occasione Tamara Molinaro, Simone Fumagalli e Luca Veronesi. Tra le presenze più significative della stagione quella di Valerio Rossini, dottore pneumologo in prima fila per mesi in ospedale nella lotta al Covid, che quando ha potuto ha ripreso il volante della sua Peugeot 106 cogliendo il podio di classe, sia con la moglie Manola Ciceri che col figlio Marco. Altra nota l’esordio di vari giovani navigatori, tra i quali Matteo Baraggia che si è subito distinto a fianco di Rosario Iannello e Dario Capiaghi. Piccolo momento di soddisfazione anche per il sottoscritto, con un quarto posto nella classe N2 al Rally Aci Como con Matteo Sala che per me vale molto, direi quasi come una vittoria. Come Scuderia Abs Sport – conclude il diesse oggionese – direi che più di cosi non potevamo aspettarci. Adesso ci prendiamo quale settimana di pausa, ma l’obiettivo è quello di farci trovare subito preparati in primavera al via delle prime gare. Nuovi progetti non mancano, anche in campionati titolati, ma per ora preferiamo che tutto torna nella normalità prima di intraprendere nuove sfide”.

Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Visits: 904 | Total: 10740