Categorie
Comunicati stampa 2021

Oggiono, 14 luglio 2021 Comunicato Stampa

Dai Rally Marca e Lana piazzamenti tutta grinta
Doppi impegno per la Scuderia Abs Sport che nei Rally della Marca e al Lana coglie due piazzamenti inseguiti con caparbietà da Sergio Carrara – Simone Stoppa e Valerio Rossini – Manola Ciceri. Prossimo appuntamento tra una settimana al Rally dei 2 Laghi – Rally Dell’Ossola con quattro equipaggi alla partenza.

E’ il Rally della Marca a regalare un bel piazzamento alla Scuderia Abs Sport, protagonista in contemporanea anche in un altro storico rally, il Lana biellese. Sergio Carrara e Simone Stoppa nella 37^ edizione del rally trevigiano, valido come quarta prova del Campionato Italiano Wrc, hanno colto un buon 5° posto nella classe R2C con la nuova Peugeot 208 Rally4 del team veneto Galliazzo. Per l’equipaggio Abs Sport un piazzamento tra i grandi del rallismo nazionale che fa ben sperare per i prossimi appuntamenti.
Commenta Sergio:

“Siamo felici, anche se come dico sempre si poteva fare di più. E’
comunque un bel piazzamento, in un rally impegnativo, che ci teniamo stretti.
Abbiamo cercato di adattarci soprattutto alla nuova Peugeot 208, vettura bella ma
anche da imparare per sfruttarne tutto il potenziale. Devo ringraziare la mia
famiglia che mi sostiene sempre, la Scuderia Abs Sport e Marco Paccagnella che mi
dà continuamente consigli su come affrontare queste impegnative trasferte, a volte
per me sconosciute visto che ho solamente una dozzina di rally alle spalle. Avrei
voluto dedicare il podio di classe al presidente Bianco in questo momento
convalescente, ma credo che anche così sia ugualmente contento”.

In concomitanza con il rally veneto nel biellese è andato in scena il Rally Lana, gara condizionata dalle condizoni meteo che ha costratto la direzione corsa ad annullare la seconda e terza prova speciale. In gara c’era il dottore volante Valerio Rossini e la moglie Manola Ciceri con la Citoren Saxo in versione N2.
Dice Valerio:

“Ci siamo messi in gioco in questa bella e storica gara ben sapendo
che non sarebbe stata una passeggiata. Il nostro 12° posto di classe lo sappiamo non fa clamore, ma siamo consapevoli che la N2 è forse la classe dove la concorrenza è la più numerosa e di qualità, per cui ci prendiamo questo piazzamento come bagaglio di esperienza. E’ stata anche una gara test perché volevamo provare le ultime soluzioni tecniche che il preparatore Roberto Saldarini ci ha messo a disposizione sulla Saxo, inoltre abbiamo rodato il nuovo motore per mio figlio Marco, che sara al via con la stessa vettura tra 15 giorni al Rally dei 2 Laghi”.

E a proposito del Rally dei 2 Laghi – Rally Dell’Ossola, saranno 4 gli equipaggi Abs Sport al via della gara, in programma nel week end del 24/25 luglio. Tra i partenti troviamo il calolziose Massimo Donadoni e Marco Sala, che tornano a gareggiare dopo successo di classe colto nel Rally Prealpi Orobiche con la Peugeot 106 Xsi autopreparata, quindi Dario Capiaghi e Giorgio Invernizzi, iscritti con la Peugeot 106 S16 preparata dall’Officina Frigerio di Valmadrera. E come anticipato sopra, la famiglia Rossini al completo con Valerio e la moglie Manola Ciceri che tornano a gareggiare con la Peugeot 106 gruppo A, mentre sarà al via anche l’equipaggio Marco Rossini e Matteo Sala. Infine momento di riconoscimenti per Marco Albrigoni e Massimo Paganelli, premiati da Aci Sport e dall’Aci Bergamo per il successo ottenuto con la Renault Clio nella classe N3 nella stagione 2020 nella Coppa Italia Rally 5^ zona e relativa qualificazione alla finale nazionale Aci Sport Rally Cup Italia.


Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)


Rimani aggiornato, iscriviti al canale youtube della Scuderia!

Categorie
Comunicati stampa 2021

Oggiono, 7 luglio 2021 Comunicato Stampa

Paccagnella – Orio, che peccato il finale del 4 Regioni
Podi svaniti all’ultimo e qualche amarezza di troppo hanno condizionato le ultime
uscite nei rally della Scuderia Abs Sport, che è comunque già pronta a tornare in
gara il prossimo week end nel Rally della Marca e al Lana con due equipaggi.

Non è stato un inizio di luglio tra i più semplici per la Scuderia Abs Sport, ma guardando al solito bicchiere delle occasioni particolari lo si può vedere comunque mezzo pieno. Merito soprattutto di Marco Paccagnella e Mattia Orio autori di una bella e sorprendente prestazione nel rinato Rally 4 Regioni, concluso al 4° posto assoluto dopo aver accarezzato fino all’ultimo il podio. In gara con la nuova Skoda Fabia Evo del team H.Sport, l’equipaggio Abs Sport si è ben presto inserito nella lotta per il podio, arrivando ad essere anche secondo nell’assoluta. Ma una curva affrontata con troppa grinta nella speciale conclusiva si è rivelata fatale per Paccagnella e Orio: un testacoda ha posto fine alle aspirazioni di gloria, facendo perdere anche un paio di posizioni all’arrivo.
Il commento del driver lecchese:

“Potrà sembrare strano, ma siamo ugualmente
contenti. Ci abbiamo provato, è andata male, pazienza. Dopo due gare in cui non
ero particolarmente soddisfatto, in questa occasione abbiamo trovato il feeling con
la vettura. Con Mattia, nell’occasione alle note, l’intesa è stata subito positiva e fin
dall’inizio abbiamo avuto costanza e velocità nel affrontare il rally pavese. Una gara che si è rivelata molto difficile nel percorso, come nella tradizione storica del 4
Region. Purtroppo a cuasa di un errore di guida abbiamo perso la seonda piazza. Ci riproveremo la prossima volta, questo è certo”.

Il rally pavese, tornato in calendario dopo diversi anni, ha visto tra i protagonisti anche il comasco Paolo Milani con Denis Ghislini sulla Renault Slio S1600 della V Sport, condotta ad un bel quarto posto di classe al termine di una gara regolare.
Purtroppo la sfortuna continua a colpire Gianluigi Pittano – Cristina Caruso, costretti al ritiro per la rottura della leva del cambio della loro Citroen C2 Vts quand’erano secondi nella classe R2B. Peggio è andata all’esordio in un rally classico al giovanissimo Gabriele Masciadri, con Paolo Garavaglia alle note: la lora gara è terminata anzitempo in un tornante, quand’erano quarti di classe con la nuova Peugeot 208 Rlly 4 del team H.Sport.
E veniamo al Rally Internazionale Casentino, valido per il campionato IRC, dove ci sono stati attimi di apprensione per il presidente – navigatore della Scuderia oggionese Beniamino Bianco, in gara con Mirko Carrara sulla Peugeot 208 R2B del team Rally Sport Evolution. Nel corso della terza prova del rally, la più lunga, in una curva veloce affrontata in quinta piena, l’equipaggio Abs Sport è uscito
rovinosamente di strada, con conseguenze soprattutto per il presidente Bianco che si è ritrovato con una vertebra rotta e la frattura di un pollice, mentre per Mirko fortunatamente solo tanto spavento. Per fortuna nulla di grave, ora per Bianco è già tempo di riabilitazione e recupero. Tra i ritirati anche Alessandro Pedrini e Lena
Tarzia, all’esordio con la nuova Peugeot 208 Rally 4 del team Baldon Racing: un dritto ha costretto ben presto al ritiro la coppia dell’Abs Sport.
L’uuico equipaggio all’arrivo, ma anche in questo caso dopo varie peripezie a causa di un paio di forature, quello composto da Gianluca Crippa e Giada Pecis, stanchi ma
contenti di avere terminato seppure attardati l’impegnativo rally toscaco con la Skoda
Fabia R5 del team RT.
Nella storica salita Trento – Bondone, valida per il CIVM, ci si è invece messo di mezzo un temporale a rallentare Giancarlo Junior Maroni nella sua corsa con
l’Osella PA 21 Jrc motorizzata Suzuki. All’arrivo il driver valsassinese questa volta si è dovuto accontentare del terzo posto di categoria, pagando soprattutto le mutevoli
condizioni dell’impegnativo e lungo tracciato trentino, oltre che la poca esperienza
nella gare in salita con la pioggia. All’arrivo anche Loris Papa, che si è voluto regalare la Trento – Bondone nel 70° anniversario della corsa trentina alla guida
dell’Autobianchi A 112 Abarth, conclusa con un bel piazzamento e il successo di categoria. Con la speranza che il prossimo week end sia migliore, si guarda già al
Rally della Marca, valido per il tricolore Wrc, con la partecipazione di Sergio Carrara e Simone Stoppa con la nuova Peugeot 208 GT Line, mentre al Rally della Lana saranno presenti il dottore volante Valerio Rossini con la moglie Manola
Ciceri sulla Citroen Saxo in versione N2. Per entrambi gli equipaggi il sogno è il podio di categoria.


Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Categorie
Comunicati stampa 2021

Oggiono, 30 giugno 2021 Comunicato Stampa

L’Abs Sport sul podio con Maroni e Iannello
Arrivano dal CIVM Salita e dallo Slalom nazionale gli ultimi podi conquistati dalla
Scuderia Abs Sport, rispettivamente con il valsassinese Giancarlo Junior Maroni
nella Coppa “Paolino Teodori” e Rosario Iannello nella Bobbio – Cassinasco.
Prossimi impegni già nel week end nei Rally Internazionale Casentino e 4 Regioni
con sette equipaggi al via e nella classica Trento – Bondone con due iscritti.

Di nuovo Giancarlo Junior Maroni protagonista nel CIVM con una splendida
vittoria di categoria nella Coppa “Paolino Teodori” ad Ascoli Piceno. Sul podio di
categoria anche Rosario Inannello nello Slalom nazionale Bobbio – Cassinasco,
andato in scena nel torinese. Per la Scuderia Abs Sport un altro bel bottino.
Non smette di stupire il valsassinese Maroni che anche nella Coppa Teodori centra il
successo nella categoria E2SC 1600 con l’Osella PA 21 Jrb motorizzata Suzuki di
derivazione moto. Nell’impegnativa salita ascolana il driver di Primaluna s’è piazzato
12° nell’assoluta al termine delle due manche di gara.

“Sono contento del risultato e della mia prestazione – dice Giancarlo -. Non era
facile stare davanti a Prototipi di cilindrata maggiore in questa occasione. Tutto però
è andato per il meglio e adesso un pensierino al titolo italiano di categoria lo
facciamo. Il rammarico, se vogliamo puntalizzare, è quello di non aver centrato in
questa occasione la top ten nell’assoluta, ma va bene cosi. Ci riproveremo già il
prossimo week end c’è nella Trento – Bondone, un altro appuntamento di prestigio a
cui ci tengo molto, per la storia della gara, il percorso veramente affascinante e il
contesto, dove spero ci possa essere anche il pubblico delle migliori occasioni”.

Un altro bel risultato l’ha portato a casa anche il comasco Rosario Iannello, che oltre
ai rally quando gli impegni glielo permettono non disdegna di partecipare anche agli
Slalom. Occasione ideale la 27° edizione della Bubbio – Cassinasco, affrontata a
bordo della Peugeot 106 curata dalla Allien Car con la quale ha colto il secondo
posto di classe e di gruppo e uno spendido 22° posto assoluto su oltre 120 vetture al
via, tra le quali anche numerosi Prototipi.

“Non è stato per niente facile completare le manche perché mi mancava l’abitudine a
gareggiare da solo – afferma Iannello -.. In alcune curve mi sono trovato in
difficoltà, oltre a questo ho corso anche con il mal di schiena, causa di uno strappo
alla vigilia. Alla fine mi sono ritrovato sul podio e la gioia mi ha pure fatto
dimenticare del dolore. E’ un podio “sofferto” ma che mi gratifica molto”.

Nei kart Marco Bertelli continua l’apprendistato nel Trofeo 4 Stokes. Nella quinta
tappa andata in scena sul circuito di Castelleto di Branduzzo il giovane brianzolo
nella prima manche è stato costretto al ritiro a causa di una rottura meccanica. Nella
seconda manche si è invece reso protagonista di una bella rimonta conclusa al sesto
posto conquistando preziosi punti.
Già si pensa al prossimo week end con due appuntamenti rallistici di rilievo che
vedranno protagonista la Scuderia Abs Sport con diversi equipaggi. Nel Rally
Internazionale Casentino, gara valida per il campionato IRC Cup, che vede
nell’albo d’oro anche Marco Paccagnella e Beniamino Bianco come vincitori
assoluti, ci sarà di nuovo il presidente Bianco alla partenza a fianco del driver di
Aviatico Mirko Carrara sulla Peugeot 208 R2B curata dalla Rally Sport Evolution.
L’obiettivo è continuare a raccogliere punti nella classe per rimanere in corsa per il
podio nel campionato. Nella gara toscana saranno protagonisti anche Gianluca
Crippa e Giada Pecis che puntano a fare esperienza con la Skoda Fabia R5 del team
RT. Al via anche Alessandro Pedrini e Lena Tarzia che per l’occasione lasciano la
Renault Clio R3C per testare la nuova Peugeot 208 Rally 4 del team Baldon Rally.
In contemporanea a Salice Terme va in scena anche il Rally 4 Regioni che torna in
calendario dopo diversi anni con un chilometraggio ridotto ma pur sempre di grande
fascino. Saranno quattro gli equipaggi Abs Sport alla partenza, capitanati da Marco
Paccagnella con la Skoda Fabia Evo R5 del team H.Sport, con a fianco
nell’occasione il navigatore erbese Mattia Orio. Il rally pavese vedrà alla partenza
anche il giovane canzese Gabriele Masciadri affiancato dall’esperto Paolo
Garavaglia sulla nuova Peugeot 208 rally 4. Esordio stagionale per il comasco Paolo
Milani con la Renault Clio S1600 del team V Sport con a fianco Denis Ghislini. Non
voleva mancare al 4 Regioni e con una corsa contro il tempo Gianluigi Pittano è
riuscito a rimettere in ordine la Citroen C2 Vts dopo lo sfortunato Rally Prealpi
Orobiche. Con Pittano alle note ci sarà Cristina Caruso.
L’intenso week end di gare vedrà protagonista l’Abs Sport anche nella Trento –
Bondone, che quest’anno festeggia la 70^ edizione e oltre al CIVM la gara sarà
valida per diversi campionati e trofei. Tra gli oltre 240 iscritti, tra cui Giancarlo
Junior Maroni, ci sarà anche Loris Papa che per l’occasione lascerà nei box l’amata
Fiat 128 1100 per gareggiare con l’Autobianchi A 112 Abarth.

Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Visits: 223 | Total: 18545
Categorie
Comunicati stampa 2021

Oggiono, 23 giugno 2021 Comunicato stampa

E’ il diesse della Scuderia Abs Sport, Ivano Tagliabue, questa volta a spiccare nelle
gare. La partecipazione di Tagliabue al Rally della Lanterna, nata come premio ai
molteplici impegni organizzativi e agonistici della Scuderia, è stata coronata da un
sorprendente secondo posto nella sempre combattuta classe N2. In contemporanea
sulla pista di Misano Adriatico il sempreverde Loris Papa non si è lasciato sfuggire
il successo di categoria nel Campionato Italiano Autostoriche.
Non ci credeva il Tagliabue all’arrivo del Lanterna, storico rally ligure, quest’anno
valido il CRZ e il trofeo Michelin Cup, di poter festeggiare con l’amico navigatore
Matteo Sala il secondo posto nella classe N2 con la Peugeot 106 preparata dal team
Saldarini. Fino all’ultimo metro dell’ultima speciale i distacchi erano minimi nella
lotta per il podio, ma con determinazione il diesse valbronese è riuscito a portare la
Peugeot 106 sul podio finale. Un premio alla caparbietà di Tagliabue e del navigatore
brianzolo Sala nell’inseguire un risulato che ha un sapore speciale in un rally per loro
tutto nuovo a livello agonistico e dal fascino storico.
E questa volta tocca al diesse della Scuderia raccontare le emozioni vissute in gara.

“E’ una situazione particolare parlare di sé stessi – dice Tagliabue -. Siamo
felicissimi, perché questo risultato vale moltissimo per noi. Il Rally della Lanterna
2021 si è rilevato uno dei più ostici a cui ho partecipato e siccome faccio poche gare
si può capire ciò che voglio dire. Nella prova Monte Penna, bellissima ma molto
difficile, abbiamo vissuto momenti delicati perché guidare in condizioni di asfalto
sporco non era per niente facile, in più i miei avversari diretti, tutti locali, non
mollavano mai. Era una lotta di decimi. In aiuto sono arrivati i consigli di un nostro
avversario-amico, Giordano Formolli, che poi ha vinto la classe, ne abbiamo fatto
tesoro e alla fine è uscito questo questo risultato per noi specialissimo. Dedico
questo risultato alla nostra Antonella Gela che è dovuta rientrare anzitempo per un
grave problema familiare, ed a mia moglie Marta che mi accolto in lacrime all’arrivo. Sono momenti che ti ripagano della passione che ci mettiamo per continuare a gareggiare”.

Al Lanterna era presente anche il presidente Beniamino Bianco.
“E’ stato bravo il nostro diesse, perché il Lanterna è un rally tutt’altro che facile. Se
lo merita questo podio per l’impegno chi ci mette quotidianamente nel suo ruolo
dirigenziale. La sua passione non ha limiti e questa soddisfazione sportiva è una
bella soddisfazione per lui, Matteo e tutti noi”, dice il presidente Bianco.
Aggiungono il driver-segretario Marco Paccagnella e il meccanico Roberto
Saldarini, che hanno seguito il rally a distanza tramite social e Internet.
“Ivano e Matteo sono stati davvero fantastici. Forse sarebbe ora di provare una
vettura di categoria superiore. Se lo meritano e sicuramente farebbero bene”, dice
Paccagnella. “In questa occasione non ho potuto essere presente alla gara per
impegni familiari, delegando tutto a Fabio Corti. Ma ho avuto comunque modo di
seguire il rally è ho visto la loro costanza di rendimento, facendo registrare anche un
bel tempo nella prova più lunga del rally. Bravi e complimenti. Una bella
soddisfazione per chi di norma fa solo il dirigente sportivo”, aggiunge Saldarini.
Non ci rimane allora che chiedere al diesse Ivano Tagliabue se c’è ancora un sogno
nel cassetto. “Disputare un rally nella stessa classe e con la stessa vettura con la
presenza del presidente Bianco anch’egli nel ruolo di pilota. Per ora i suoi molteplici
impegni come navigatore non hanno mai consentito che questa sfida sportiva si
concretizzasse”, dice il diesse. A lato il presidente Beniamino Bianco annuisce,
aggiungendo: “Vedremo più avanti”.
In concomitanza con il rally ligure a Misano Adriatico è andata in scena un’altra tappa
dell’ItalianoAutostoriche velocità, con il brianzolo Loris Papa che ha centrato
l’ennesimo successo di categoria con la Fiat 128 1110 cc, preparata dalla Sportauto,
classificandosi 7° nel gruppo e 21° nell’assoluta. Al giro di boa della stagione Papa è
di nuovo lanciatissimo verso un altro titolo italiano, l’ottavo consecutivo.
Il prossimo week end sarà la velocità a tenere banco con la partecipazione di
Giancarlo Junior Maroni alla prova in salita valida per l’Europeo, l’Italiano e
TIVM, Coppa “Paolino Teodori” ad Ascoli Piceno, sempre alla guida dell’Osella PA
21 jrb motorizzata Suzuki. In gara nello Slalom Bubbio – Cassinasco sulle colline astigiane sarà invece presente Rosario Iannello con la Peugeot 106 S16.

Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Visits: 354 | Total: 18545
Categorie
Comunicati stampa 2021

Oggiono, 16 giugno 2021 Comunicato stampa

Maroni e Rigamonti sul podio nel Trofeo Vallecamonica
Nella classica salita bresciana valida per l’Italiano brillano Giancarlo Junior
Maroni e Antonio Rigamonti nelle rispettive categorie. Solo ritiri nel Rally di Alba. Ora l’attenzione passa al Rally della Lanterna e all’Italiano Autostoriche a Misano.

E’ la Salita a regalare emozioni e gioie alla Scuderia Abs Sport, con Giancarlo
Junior Maroni e Antonio Rigamonti protagonisti di spicco nel Trofeo
Vallecamonica valido per il CIVM, mentre nel Rally di Alba, valido per il tricolore WRC, Marco Paccagnella – Beniamino Bianco e Enrico Spreafico – Giovanni Frigerio sono stati invece costretti al ritiro.
Nella terza prova del Campionato Italiano Velocità Montagna, sugli storici tornanti che da Malegno, passando per Ossimo portano a Borno, il valsassinese Giancarlo
Junior Maroni alla guida dell’Osella PA21 jrb motorizzata Suzuki, ha colto il successo tra le vetture con motore motociclistico, piazzandosi al 4° posto di classe, 6° sesto di Gruppo e 9 assoluto. Piazzamento quest’ultimo che ha soddisfatto il driver di
Primaluna, presentatosi in Vallecamonica con l’obiettivo di centrare la topo ten pur
con una vettura che pagava in cavalleria nei confronti dei principali candidati al
successo. Dice Giancarlo:

“Sono contento. Dopo le prime due tappe del tricoloore
ero un pò sottoono, pur avendo colto il podio nella mia categoria. In Vallecamonica
ho invece conquistato un risultato che mi gratifica molto, in uno dei percorsi più
belle e selettivi. Mi sono divertito parecchio alla guida del mio Prototipo. Di più non potevo aspettarmi. Come sempre ringrazio la mia famiglia e la Scuderia che mi
seguono con passione ogni gara”.

Risultato a sorpresa per il pilota di Porlezza Antonio Rigamonti, abituale rallista prestato per l’occasione alla velicità in salita. Alla guida della Skoda Fabia R5 del team Metior, il lariano ha colto un ottimo secondo posto di classe 3000.

“Mi è sembrato di tornare ai primi anni di corse quando si correva negli Slalom –
afferma Rigamonti -. Un pò mi è mancata la voce del mio abituale navigatore Mirko Franzi, ma poi mi ci sono abituato. Guidare al meglio la fantastica Skoda Fabia non è stato semplice, per cui il secondo di classe nella salita, dove corrono diversi specialisti, per me è stato un risultato inaspettato e motivo di orgoglio. Ringrazio il team Metior e l’amico Maurizio Acerboni che mi seguito in questo week end speciale dedicato alla Salita”.

Male è invece andata la partecipazione al Rally di Alba per Paccagnella – Bianco e Spreafico – Frigerio. I primi si sono dovuti arrendere durante il trasferimento nella
4^ prova per la rottura di un braccetto della loro Skoda Fabia R5. Peggio è andata agli erbesi Spreafico – Frigerio, costretti al ritiro per un dritto con conseguente toccata nella prima speciale con la Renault Clio.
Ma già si parla del prossimo appuntamento rallistico in programma nel week end e questa volta sarà il diesse della Scuderia Ivano Tagliabue a gareggiare con il brianzolo Matteo Sala nel classico Rally della Lanterna, giunto alla 37^ edizione, quest’anno valida per gara valida per il CRZ di Seconda Zona e per il Trofeo Michelin Cup, con sede centrale Santo Stefano d’Aveto.

“Ci tenevo a disputare un rally fuori dalla Lombardia e vista l’occasione del
Lanterna valido anche per la nostra Zona abbiamo deciso di provarci. E la nostra
seconda gara stagionale dopo il Camunia, che affronteremo sempre con la Peugeot
106 S16 di classe ps2 curata dal team Saldarini, Il nostro obiettivo è finire il rally, se poi arriva un bel piazzamento nei punti tanto di meglio”

afferma Tagliabue. In pista sul circuito di Misano Adriatico torna il Campionato Italianno Velocità Autostoriche, con al via il pluricampione Loris Papa alla guida dell’inseparabile Fiat 128 1100 cc curata dalla Sportauto, con la quale ha colto tre successi su tre di categorie nelle precedenti gare del tricolore.
Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Categorie
Comunicati stampa 2021

Oggiono, 9 giugno 2021 Comunicato Stampa

Abs Sport, Alba e Vallecamonica nel week end di gare
Due gli equipaggi al via dell’atteso Rally evento di Alba valido per l’Italiano Wrc,
Paccagnella – Bianco (Skoda Fabia) e Spreafico – Frigerio (Renault Clio). Due
anche i piloti iscritti alla classica salita bresciana Trofeo Vallecamonica, valida per il CIVM e il TIVM, Maroni (Osella PA21) e Rigamonti (Skoda Fabia).

Continua senza soste la stagione della Scuderia Abs Sport, con l’attenzione che si sposta ora sul Rally di Alba, apputamento che di anno in anno sta diventando un evento di livello internazionale. All’edizione 2021 del rally piemontese saranno presenti anche Marco Paccagnella e Beniamino Bianco, equipaggio di punta del team oggionese. Il segretario e presidente dell’Abs Sport sono stati anche coinvolti a Milano, su invito di Beniamino Lo Presti, organizzatore del Milano Rally Show,
nella presentazione a Palazzo Lombardia della 50^ edizione del Rally 4 Regioni, che torna in calendario i prossimi 2/3 luglio.
E dopo la presentazione ufficiale e il trasferimento a Salice Terme, sede dello storico rally, Paccagnella e altri piloti hanno hanno fatto provare l’emozione di un giro in un tratto chiuso su un’auto da rally agli ospiti presenti. Nell’occasione il driver lecches ha guidato una Skoda Fabia R5 del team Metior Sport. Era presente anche il giovane
canzese Gabriele Masciadri che sfruttando l’occasione di ospitare alcune autorità ha avuto il modo di provare la nuova Peugeot 208 Rally 4, sempre del team Metior Sport, che userà per la prima volta in gara proprio nel “4 Regioni” ad inizio luglio,
con a fianco l’esperto Paolo Garavaglia.
Dopo questa esibizione spettacolo si torna a fare sul serio con la partecipazione al Rally di Alba con Paccagnella e Bianco. L’equipaggio Abs Sport sarà al via della gara piemontese, con tanti ospiti illustri presenti e valida per il Campionato Italiano Wrc, con la nuova Skoda Fabia R5 Evo del team H.Sport, la stessa vettura usata nel
recente Rally Italia Sardegna dal plurititolato Paolo Andreucci.
Dice Paccagnella:

“E’ un bell’impegno. Di certo con questo numeroso e qualitativo.elenco iscritti non sarà per niente facile lottare per il podio. La nostra vettura è tra quelle più evolute del lotto e Silvio Lazzara farà mille magie per permetterci di esprimerci al meglio, per contro dovremo vedercela con campioni titolati e piloti professionisti che gareggiano ogni week end. Gente abiutata a gareggiare ad alti

livelli, noi comunque non vogliamo demoralizzarci ma prendere questa sfida con fiducia di poter dire la nostra come abbiamo fatto nel Rally del Grappolo che aveva.simili caratteristiche di percorso del Rally di Alba”.

Olltre a Paccagnella e Bianco sulle storiche speciali di Alba saranno in gara anche gli
erbesi Enrico Spreafico e Giovanni Frigerio con la nuova Renault Clio RSL Line
R1. L’obiettivo e conquistare punti nel trofeo Renault, dopo aver perso l’opportunità
nel precedente appuntamento in Liguria nel Rally di Sanremo.

Altro evento storico e importante è il Trofeo Vallecamonica, classicissima salita.bresciana valida per il CIVM e il TIVM, che attaversa i comuni di Malegno e Ossimo.per arrivare a Borno. Al via ci sarà lo specialista valsassinese Giancarlo Junior Maroni che con l’Osella JrB 21 motorizzata Suzuki punta ad entrare nella top ten dell’Assoluta e al podio di categoria. Nell’occasione sarà al via anche il rallista comasco Antonio Rigamonti, che per la gara del debutto nelle salite sarà sempre alla
guida della Skoda Fabia R5 del team Metior Sport. Triste momento da segnalare per la Scuderia Abs Sport la scomparsa del Commissario di percorso calolziese Gianmarco Bonaiti, a cuasa di un malore subito dopo il servizio al Rally Italia Sardegna.

“Per la nostra scuderia Gianmarco ha prestato servivio e collaborato in vari eventi.a scopo benefico – afferma il diesse Ivano Tagliabue -. come “Missaglia in… Rally “ e “Miky Motor Day”, inoltre era sempre presente con il gruppo si Commissari lecchesi della Triplozero ai rally locali. Non mancava mai anche alle nostre conviviali. Un caro amico che ci ha lasciato mentre svolgeva il servizio sportivo che più amava. Ciao Gianmarco da tutta la Scuderia Abs Sport”.

Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Visits: 289 | Total: 18545
Categorie
Comunicati stampa 2021

Oggiono, 2 giugno 2021 Comunicato Stampa

Scuderia Abs Sport, podi e piazzamenti tra Rally e Salita
Il Rally del Taro valido per l’IRC CUP e la salita Verzegnis – Sella Chianzutan
valida per il TIVM regalano altri risultati significativi alla Scuderia oggionese,
protagonista con Pedrini – Tarzia, Carrara – Bianco e il giovane Maroni Junior.

Di nuovo in evidenza la Scuderia Abs Sport. Dal Rally Internazionale del Taro
valido per l’IRC Cup sono arrivati due splendidi piazzamenti con Alessandro
Pedrini – Lena Tarzia e Mirko Carrara – Beniamino Bianco, i primi secondi nella
classe R3C, gli altri quarti nel Trofeo Peugeot e quinti nella classe R2B che vedeva al
via ben 22 equipaggi.
Soddisazione ma anche un po’ di rammarico per Pedrini – Tarzia per una piazza
d’onore che premia l’impegno e la costanza dell’equipaggio di Albino, che non si è
risparmiato fino all’arrivo malgrado un problema ai freni riscontrato sulla loro
Renault Clio nell’ultima prova speciale.

Dice Alessandro: “All’inizio della prova finale abbiamo sentito la nostra Clio che
non era reattiva nella frenata, sentivamo anche un rumore. Ci siamo fermati in prova
per capire cosa era successo ma non siamo riusciti a spiegarci cos’era effettivamente
accaduto. Tutto questo ci ha fatto perdere tempo prezioso, ed anche se siamo arrivati
secondi di classe all’arrivo non eravamo particolamente contenti, pur tenendoci
stretto il podio finale che rimane sempre un bel risultato. Ora dovremo capire con i
tecnici del team dove possiamo migliorare sia io che la vettura”.

Il doppio piazzanento del giovane Carrara con il presidente Bianco nell’affollata
classe R2B è stato salutato all’arrivo con gioia. Innanzitutto per la grinta mostrata da
Mirko che nel finale di rally è andato a prendersi di forza la top five, guadagnando
punti preziosi per la classe e il Trofeo Peugeot.

“Mirko è un ragazzo giovane ma che stato dimostrando di essere un ottimo pilota,
crescendo gara dopo gara – afferma il presidente – navigatore Bianco -. Ed anche
nei momenti difficili, come l’inizio del rally in cui la tensione si è fatta sentire, è
uscito bene mantenendo la concentrazione, andando poi a recuperare nel finale la
quinta piazza che è un bel premio. Le prove del Taro è noto che sono molto insidiose,
ed averle superate senza commettere errori è un bel banco di prova per il prosieguo
dell’IRC Cup a cui teniamo molto vista la qualità dei protagonisti e l’importanza del
campionato e del Trofeo Peugeot”.

Al Taro, nel rally Nazionale, erano presenti anche Gianluca Crippa e Giada Pecis
con la Skoda Fabia R5, ma la loro gara è stata sfortunata e breve a seguito di una
toccata nella prima e temutissima speciale.
Dai Rally alla Salita con il valsassinese Giancarlo Junior Maroni secondo di classe
con l’Osella PA 21 Jrb Suzuki nella classica friulana Verzegnis – Sella Chianzutan,
valida per il TIVM. Poteva andare meglio per Maroni, ma un errore al primo
chilometro di gara 1 con tanto testacoda di 360° gradi, di fatto ha condizionato il
risultato finale. In classifica si è piazzato 11° nell’assoluta e secondo di classe E2SC
per le vetture con propulsore motociclistico, ripetendo lo stesso piazzamento dell’altra
settimana colto nella Sarnano – Sassotetto valida per il CIVM.

“Peccato per l’errore commesso su una curva medio veloce che piegava sulla
destra – afferma Giancarlo -, ho esagerato con il gas perdendo così aderenza nel
retrotreno e girandomi in senso opposto del percorso. Sono rimartito ma oramai la
gara era compromessa. Mi sono comunque concentrato per la successiva manche e
alla fine è arrivato un secondo posto di classe che gratifica il mio team che di fatto è
la mia famiglia che mi segue sempre con tanta passione. Ora ci riporveremo tra un
paio di settimane nel trofeo Vallecamonica, la Malegno – Ossimo – Borno, un’altra
gara classica delle salite nazionali a cui ci tengo molto per il prestigio della salita
bresciana e il colore che c’è attorno alla gara, unico e inimitabile”.

Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Categorie
Comunicati stampa 2021

Oggiono, 26 maggio 2021 Comunicato Stampa

Maroni, podio di Gruppo nel Campionato Italiano Montagna
Il valsassinese non si scompone davanti ai problemi riscontrati prima del via della
Sarnano – Sassotetto e con una manche grintosa conquista il secondo posto di
Gruppo con l’Osella PA 21 Jrb – Suzuki. Il prossimo week end il driver di Primaluna
sarà di nuovo in gara nella salita friulana di Verzegnis. Saranno invece tre gli
equipaggi Abs Sport al via in Emilia nel Rally Internazionale e Nazionale del Taro.

Arriva da Giancarlo Junior Maroni un nuovo podio per la Scuderia Abs Sport. A
Sarnano in provincia di Macerata è andato in scena il trofeo “Lodovico Scarfiotti”,
storica salita intitolata al campione di Formula 1 degli anni Sessanta, quest’anno
valida per il Campionato Italiano Velocità Montagna, specialità a cui si sta dedicando
con sempre maggiore frequenza il portacolori valsassinese della Abs Sport.
In gara con l’abituale prototipo Osella PA 21Jrb motorizzato Suzuki 1650, con una
nuova livrea nera, Maroni Junior si è trovato nelle prove a fare i conti con vari
problemi tecnici, ad iniziare da noi elettriche che impedivano al driver di Primaluna
di testare adeguatamente il nuovo tracciato della Sarnano – Sassotetto di circa 10
chilometri. C’era da soffrire anche alla partenza per noie al cambio, ma alla fine con
una prestazione grintosa il giovane valsassinese riusciva a mettersi i problemi alle
spalle una volta partito e a realizzare nella manche di gara il 12° tempo assoluto, il 2°
di Gruppo su oltre duecento partenti. Poteva andare meglio, ma per come si erano
messe le cose c’è di che essere ugualmente contenti.

“Direi che di più non poteva capitare – dice Giancarlo -. Nelle prove di fatto ho solo
visto il tracciato più che fare un vero test. Ho potuto provare poco, direi nulla,
perché la mia Osella non ne voleva di mettersi in moto. Solo grazie all’intervento del
team ho avuto poi modo di salire e verificare quantomeno il percorso. Poi al via
della gara ci si è messo di mezzo il cambio con la prima che non voleva entrare. Per
fortuna in qualche modo sono riuscito a partire. E quando avevo trovato il ritmo
giusto, nell’ultimo tratto un concorrente più lento mi ha fatto perdere secondi
preziosi. Così vanno le gare, speriamo che tutto ciò che doveva capitare sia successo
nelle Marche. Questo week end torno subito a gareggiare, giusto per non perdere il
ritmo, partecipando ad un’altra classica delle salite nazionali, la Verzegnis – Sella
Chianzutan in Friuli, gara che ha la doppia validità CIVM e TIVM”.

A Nizza Monferrato in gara c’era anche il giovanissimo brianzolo Marco Bertelli
che continua l’apprendistato nella serie kart 4 Stroke Championship, collezionando
ottimi piazzamenti. In Piemonte si è classificato settimo nella finalissima, chiudendo
la gara con uno spettacolare testa a testa con un altro concorrente. La finale di Nizza
Monferrato è visibile sul canale Youtube della Scuderia Abs Sport.
Ma non c’è sosta. La Scuderia oggionese si prepara ora a partecipare al 27° Rally
Internazionale del Taro, in programma nel week end, valido come 2^ prova del
campionato IRC Cup con sede di partenza a Borgo Val di Taro e arrivo a Bedonia con
un percorso di oltre 300 chilometri. Saranno tre gli equipaggi Abs Sport al via della
gara parmense, tra le più spettacolari del panorama italiano. Nella gara principale
Mirko Carrara e il presidente Beniamino Bianco saranno al via con la nuova
Peugeot 208 GTI in versione R2B del team Rally Sport Evolution. Obiettivo
continuare a mettere punti in cascina nel campionto e nel trofeo dedicato alla Casa
francese. Tra i partenti anche Alessandro Pedrini e Lena Tarzia che tornano a
gareggiare con la Renault Clio in versione R3C del team varesino SMD Racing,
Anche per loro l’obiettivo è la continuità della zona punti, senza disdegnare uno
sguardo anche al podio. In coda al rally Internazionale partirà il rally Nazionale, con
meno chilometri complessivi (oltre 220) ma altrettanto impegnativa come gara. Al via
troviamo Gianluca Crippa e Giada Pecis che ritornano sulla Skoda Fabia in
versione R5 del team RT usata nel Prealpi Orobiche puntando a mettersi in mostra nella assoluta.

Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Visits: 169 | Total: 18545
Categorie
Comunicati stampa 2021

Oggiono, 18 maggio 2021 Comunicato Stampa

Scuderia Abs Sport, podi e piazzamenti nell’assoluta
I rally Il Grappolo in Piemonte e Camunia in Lombardia regalano più d’una
soddisfazione alla scuderia oggionese con un successo di classe e diversi podi a
ripagare il grande impegno complessivo di partecipazione, che ha visto protagonisti
in gara anche il presidente Bianco, il diesse Tagliabue e il segretario Paccagnella.

Spicca di nuovo nei rally la Scuderia Abs Sport con piazzamenti nell’assoluta e podi di classe. In Piemonte, nel Grappolo, i dirigenti rallisti Marco Paccanella e Beniamino Bianco centrano l’obiettivo della top ten chiudendo la gara al 9° posto assoluto. In Lombardia, nel Camunia, successo di classe per Alessandro Pedrini – Lena Tarzia, piazza d’onore per Marco Albrigoni – Maurizio Della Torre e Roberto Brambilla – Stefania Radaelli, terzo posto per Valerio Rossini – Manola Ciceri e Sergio Brambilla – Vincenzo Rota. Ce n’è, insomma, per essere soddisfatti del bilancio complessivo colto dalla Scuderia oggionese, come ci sottolinea nel bilancio del week end anche il diesse Ivano Tagliabue, a sua volta contento di aver centrato la top ten nella affollata e combattuta classe N2 nel Camunia Rally, chiudendo all’8° posto con Matteo Sala. Partiano dal Grappolo, che ha visto il ritorno alle gare di Marco Paccagnella con la Skoda Fabia in versione R5 del team H.Sport, in preparazione per il prossimo rally di Alba, gara che anno in anno sta diventando oramai un Mundialito.

“Siamo contenti. E’ stato un week end positivo, per il divertimento e per il risultato – commenta Paccagnella -. Ci eravamo prefissati di entrare nei primi dieci assoluti e il 9° posto ci soddisfa perché sapevamo che non sarebbe stato facile andare oltre. Lo
stop di cinque mesi dalle gare si è fatto sentire. Le R5 sono macchine che vanno
veramente forte e forse devo imparare a fidarmi un pò di più perché il potenziale è
veramente alto. Ma va bene così. Ringrazio Silvio Lazzara e i ragazzi del team
H.Sport per l’assistenza e i consigli che mi hanno dato, gli sponsor che ci hanno
sostenuto e il presidente Bianco, sempre impeccabile durante la gara”.

In Valcamonica erano una dozzina gli equipaggi Abs Sport in gara, diversi dei quali a caccia del podio. Obiettivo centrato da Alessandro Pedrini e Lena Tarzia, bravi a scalare la classifica fino al 48° posto assoluto e primi di classe R4 con la Mitsubishi Lancer Evo 10 del team MFT. Dice Alessandro:

“Avremmo potuto anche fare meglio nella generale, ma qualche errore di guida e nel finale un calo di potenza non ci hanno consentito di andare oltre nella generale. Siamo comunque contenti. Adesso ci concentreremo per il Rally del Taro valido per l’IRC.

A seguire nell’assoluta e secondi nella classe N3 Marco Albrigoni e Maurizio Della Torre, in lotta per il successo fino all’arrivo con la Renault Clio RS. Commenta Marco:

“E’ stata una bella gara. Abbiamo lottato dall’inizio alla fine per il successo,
deciso forse dopo un errore causato da un problema ai freni. La N3 è così, basta un nulla e il gap divanta decisivo. E’ un podio comunque che ci gratifica molto visto il percorso e la qualità degli avversari”.

Troviamo poi Antonio Rigamonti e Mirko Franzi con la Skoda Fabia R5 del team Metior, soddisfatti di tagliare il traguardo di Breno al termine di una gara regolare e senza sbavature. Seguono il diesse Ivano Tagliabue e Matteo Sala con la Peugeot 106 S16 curata dal team Saldarini, ottavi nella classe N2 che vedeva alla partenza ben 19 equipaggi.

“Siamo contenti di quanto fatto – dice Tagliabue -, considerando anche
il fatto che nell’ultima speciale eravamo con gomme da asciutto e mentre stavamo
per partire è arrivato il temporale, facendoci perdere un paio di posizioni”.

Piazzati anche Dario Capiaghi e Giorgio Invernizzi decimi nella classe N2 con la Peugeot 106 curata dall’officina Frigerio di Valmadrera, a seguire nella generale Valerio Rossini con la moglie Manola Ciceri sulla Peugeot 106 in versione A6 portata al terzo posto di classe.

“Gara impegnativa ma direi conclusa bene. Decisiva l’ultima prova, con la scelta di optare per le gomme rain che si è rivelata decisiva per cogliere la terza piazza”

spiega il dottore volante.
Lotta in famiglia e seconda piazza nella classe A5 per Roberto Brambilla e la compagna Stefania Radaelli, davanti a Sergio Brambilla e Vincenzo Rota, con entrambi gli equipaggi su Peugeot 106. Infine a chiudere i classificati il canzese Fausto Panizzoli e Matteo Cairoli (Peugeot 106), tanto sfortunati quanto determinati: attardati da problemi tecnici nella prima tappa, nella seconda sono tornati in gara con una penalità di 5′ concludendo il rally con una buona seconda tappa. Peggio è andata a Alessandro Muzio e Matteo Magni (Subaru Impreza) e a Luca Sassi e Maurizio Manghera (Fiat Punto S1600), costretti al ritiro rispettivamente per problemi ad una turbina e la rottura di un tirnate dell’ammortizzatore.
Prossimi impegni già nel week end con il valsassinese Giancarlo Junior Maroni in gara nella tappa del CIVM a Sarnano in provincia di Macerata con l’Osella PA 21, mentre il giovane kartista brianzolo Marco Bertelli continua l’apprendistato con il campionato kart 4 Stokes nella pista di Nizza Monferrato.


Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Categorie
Comunicati stampa 2021

Oggiono, 12 maggio 2021 Comunicato Stampa

Podi e impegni continui per la Scuderia Abs Sport
Sergio Carrara – Simone Stoppa nel Rally della Valpolicellla e Loris Papa nel
tricolore Autostoriche a Imola regalano nuovi podi alla Scuderia oggionese, che nel week end sarà di nuovo impegnata in due classici rally, il Grappolo in Piemonte e il Camunia in Lombardia con una dozzina di equipaggi alla partenza.

E’ di nuovo podio per la Scuderia Abs Sport, con Sergio Carrara e Simone Stoppa terzi di classe nel Rally della Valpolicella, mentre Loris Papa si conferma tra i primattori nell’Italiano Autostoriche anche a Imola.
Appena arrivati nella scuderia oggionese il bergamasco Carrara e il veneto Stoppa
hanno portato un’altra coppa in questo splendido avvio di stagione in casa Abs Sport, chiudendo in crescendo il rally veronese, gara valida per il trofeo Terza Zona, all’esordio con la nuova Peugeot 208 Rally 2 GT Line preparata dal team Galiazzo.

“Non è stato per niente facile il rally veronese – dice Sergio, soddisfatto della
prestazione -. La nuova Peugeot 208 si è dimostrata un vettura competitiva, ma va
capita bene. Con il team abbiamo cercato di regolare la vettura al mio stile di guida
e credo che il risultato finale sia molto soddisfacente. Peccato per un errore
commesso nella prima speciale, altrimenti forse si poteva anche fare ancora meglio.
Ma va bene così. Ringrazio il mio naviga per i consigli che mi ha dato, la mia
famiglia, team e scuderia per il supporto in questo rally. Ora ci proveremo di nuovo
al Rally del Benacus, sperando di fare ancora meglio”.

In pista a Imola, nella seconda tappa dell’Italiano Autostoriche, Loris Papa non si è lasciato sfuggire il successo di classe con l’abituale Fiat 128 1100 cc. Ma c’è pure stato anche il rischio di non prendere parte alla gara.
“C’è stato qualche problema di interpretazione del regolamento con il direttore di gara e dopo le qualifiche ero stato escluso per una norma mal interpretata – afferma Loris -. Dei cavilli, poi tutto è rientrato e così ho potuto prendere regolarmente il via.
Diciamo che la rabbia del dopo prove l’ho scaricata in gara, realizzando anche un giro più veloce rispetto alla qualifica”.
Contemporaneamente sulla pista di Viverone il giovane brianzolo Marco Bertelli ha continuato l’apprendistato nel trofeo Kart 4 Stokes chiudendo la tappa biellese in finale all’8 posto. Piazzamento che ha soddisfato la promessa cassaghese che puntava a centrare la top ten.

Ma non c’è tregua perché già il prossimo week end si torna a gareggiare, con due
appuntamenti rallistici in contemporanea, nell’astigiano e nel bresciano. In Piemonte, nel Rally Il Grappolo tornano a fare coppia dopo l’esperienza nel mondiale a Monza
Marco Paccganellla e il presidente Beniamino Bianco, al via con la nuova Skoda Fabia Evo del team H.Sport, la stessa vettura usata un paio di mesi al Ciocco da Paolo Andreucci.
Dice Marco: “Sono contento di tornare a gareggiare. Ormai sono parecchi mesi che non ho tra le mani un volante da corsa e sono felicissimo di esordire nella nuova stagione con Bengy alle note sulla nuova Skoda curata da Silvio Lazzara. Per noi sarà una gara test, che comunque affronteremo con l’obiettivo di ben figurare nell’assoluta, nonchè prepararci per il prossimo rally di Alba, uno degli
appuntamenti più attesi della stagione”.

In concomitanza nel bresciano va in scena il Camunia Rally, competizione valida
per il Trofeo Seconda Zona, che vedrà nella affollatissima lista di iscritti alla partenza
anche una dozzina gli equipaggi Abs Sport. Guidati dal diesse di Valbrona Ivano
Tagliabue, che per l’occasione torna a mettersi casco e tuta per schierarsi con il
brianzolo Matteo Sala al via dell’affollata classe N2 con la Peugeot 106 preparata da
team Saldarini. Nella stessa classe troviamo Dario Capiaghi e Giorgio Invernizzi,
quindi Fausto Panizzoli e Matteo Cairoli, anch’essi con la Peugeot 106 Gti curata
dal team Asso Motori. Con la berlinetta francese in versione A6 del team Saldarini
saranno invece in gara il dottore volante Marco Rossini e la moglie Manola Ciceri,
mentre nella classe A5 troviamo i fratelli olginatesi Brambilla, con Sergio al via con
Vincenzo Rota sulla Peugeot 106 del team Julli, mentre Roberto correrà con la
compagna Stefania Radaelli con la 106 di proprietà.
L’erbese Luca Sassi e Maurizio Manghera proveranno di nuovo a mettersi in
mostra nella Super 1600 a bordo Fiat Punto preparata dal team Elco Racing. Torna
alla guida della Subaru Impresa l’assese Alessandro Muzio, che per l’occasiome
ritrova Matteo Magni. Ci riprovano con la Mitusbishi Lancer del team MFT anche
Alessandro Pedrini e Lena Tarzia, reduci dal bel terzo posto colto nel recente Rally
Piancavallo con la Renault Clio. Nel rally camuno tornano sulla vettura giapponese
con l’obiettivo di puntare al successo di categoria, sfuggito al Prealpi Orobiche per un
problema tecnico. In gara anche il comasco Antonio Rigamonti affiancato dal
valtellinese Mirko Franzi sulla Skoda Fabia R5 del team Metior con la quale
puntano a mettersi in mostra nell’assoluta. Non mancano neppure Marco Albrigoni e
Maurizio Della Torre, a caccia del successo nella classe N3 con la Renault Clio RS.
Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Visits: 238 | Total: 18545