Categorie
Comunicati stampa 2020

Oggiono, 26 agosto 2020 COMUNICATO STAMPA

Maroni Junior brilla nel trofeo Fagioli
Il giovane valsassinese dopo la bella prova all’Alpe Nevegal si conferma anche nel
trofeo Fagioli centrando il successo di classe con l’Osella – Suzuki 1600. Ora l’attenzione passa ai rally con una doppia partecipazione al classico Lanterna.
Si conferma tra i protagonisti della Salita il giovane valsassinese Giancarlo Junior Maroni. Il driver di Primaluna, portacolori della Scuderia Abs Sport, anche nel 55° trofeo “Fagioli”, classica prova del Campionato Italiano Velocità Salita, andato in
scena a Gubbio, si è brillantemente comportato alla guida della sua Osella PA 21 – Suzuki 1600, centrando la top ten nell’assoluta e il successo di categoria. La gara, disputata nel rispetto delle regole anti Covid -19 e senza pubblico, è stata vinta dal pluricampione Christian Merli su Osella FA 30 Evo Zytek 3000 al fotofinish su Simone Faggioli (Norma M20 Fc Zytek 3000), staccato di appena 6 decimi.
Ben 213 i piloti al via sul tracciato umbro lungo poco più di 4 km, ma affascinante e spettacolare, affrontato due volte da Maroni con grande attenzione, anche per le condizioni del percorso viscido in alcuni tratti nelle prove. Sotto la guida di papà Benvenuto (ex pilota, plurititolato nei Formula Challenge) che ha modificato l’assetto dell’Osella – Suzuki, Giancarlo nella manche decisiva ha concluso decimo assoluto, secondo di gruppo e primo di classe. Per un quasi esordiente nella specialità, c’è di che essere contenti.
“Sono felicissimo – commenta Giancarlo -. Per me essere al via in questa importante competizione che ha fatto la storia del Civm era già qualcosa di speciale. Concludere la gara con il successo di categoria è stato fantastico. Il tracciamo nelle prove mi era apparso più impegnativo del previsto, trovandolo molto scivoloso. Così abbiamo deciso di modificare l’assetto, adeguandolo all’asfalto del tracciato. In gara mi sono sentito di forzare già nella prima manche ed è arrivato il risultato che speravamo, anzi con un po’ di rammarico perché per pochi decimi non ho vinto anche il gruppo. Sono comunque contento, ci mancherebbe. Ringrazio la mia famiglia che mi permette di disputare questo campionato così prestigioso e questa vittoria la dedico proprio a loro”.
Ora la Scuderia Abs Sport si prepara a tornare a gareggiare nei rally il primo week end di settembre con due equipaggi al via del 36° Rally della Lanterna. Il classico rally genovese, quest’anno valido per la Coppa Italia di zona anche lombarda, con start a Santo Stefano D’aveto sabato 5 settembre, vedrà al via Alessandro Pedrini,
navigato nell’occasione dal presidente Beniamino Bianco su Renault Clio R3C curata da Beppe Silvano della Smd Racing. Al via anche Marco Albrigoni e
Massimo Paganelli, che dopo il successo di inizio agosto nel Rally di Salsomaggiore Terme proveranno a centrare il bis nella classe N3 con la Renault Clio RS Light.
Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Categorie
Comunicati stampa 2020

Oggiono, 13 agosto 2020 Comunicato Stampa

Maroni Junior piazzato all’Alpe del Nevegal
L’apertura dell’Italiano Montagna 2020 ha visto tra i protagonisti anche il giovane valsassinese, piazzatosi ad un soffio dalla top ten nell’assoluta con l’Osella 1600.
Buona prova del valsassinese Giancarlo Junior Maroni nella classica cronoscalata
Alpe del Nevegal. La prima gara del Campionato Italiano Velocità Salita 2020 ha visto al via numerosi specialisti, desiderosi di tornare a gareggiare dopo lo stop imposto dal Cavid-19. La manifestazione si è tenuta nelle conformità di sicurezza in vigore per concorrenti e pubblico, ma tenere a freno l’entusiasmo non è stato facile. Alla salita bellunese del Nevegal il portacolori della Scuderia Abs Sport si è presentato con l’Osella PA 21 motorizzata Suzuki, rivista nelle ultime settimane in un paio di uscite tra test e gare in pista. Test che sono serviti al giovane valsassinese per presentarsi in forma al via della cronoscalata bellunese, dove ha vinto la sua categoria
1600 cc, sfiorando la top ten nell’assoluta, che comprendeva anche vetture Sport di 2000 cc. Nella somma delle due manche disputate il driver della Abs Sport si è classificato undicesimo, alle spalle dei mostri sacri della specialità. Un piazzamento che comunque ha soddisfatto Maroni Junior, figlio d’arte – il padre Benvenuto è stato
più volte campione italiano nei Formula Challenge, specialità dove è cresciuto anche
Giancarlo, arrivando anch’egli un paio d’anni fa alla conquista del titolo Italiano -.
“Nella seconda salita non ho rischiato oltremisura a causa alcune macchie d’olio sul
tracciato – dice Maroni Junior -. Il risultato nella categoria era certo, per cui ho
voluto chiudere in sicurezza. La nostra partecipazione è stata soprattutto improntata
all’esperienza nel confronto con i big della Salita. Ci riproveremo di nuovo partecipando tra un paio di settimane al trofeo “Fagioli” in Umbria, altra gara velocissima e di prestigio. L’obiettivo non è il campionato, ma un percorso di crescita nella specialità”.
Va detto che la gara bellunese è stata vinta a tempo di record da Christian Merli (3
volte campione Europeo e Italiano) alla guida dell’Osella FA 30 Evo Zytek LRM, davanti a Simone Faggioli su Norma M20 Fc Zytek.
Per la Scuderia Abs Sport ora qualche giorno di pausa per un breve vacanza, perché il rivoluzionato calendario automobilistico italiano riprenderà subito con altri
appuntamenti, tra i quali il Rally Lanterna, storica gara genovese, quest’anno valevole per la Coppa Italia di zona. Gara che vedrà al via due equipaggi Abs Sport in cerca di gloria: Alessandro Pedrini e il presidente Beniamino Bianco su Renault
Clio R3C e Marco Albrigoni – Massimo Paganelli su Renault Clio RS Light.
Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Categorie
Uncategorized

Buone Ferie a tutti !

Visits: 602 | Total: 60071
Categorie
Comunicati stampa 2020

Oggiono, 4 agosto 2020 Comunicato stampa

Doppio successo di classe nel Rally di Salsomaggiore Terme
La Scuderia Abs Sport festeggia la partecipazione al rally parmense con le vittorie di Albrigoni – Paganelli e Spreafico – Frigerio. Secondi di classe Brambilla -Radaelli.
Torna sul podio la Scuderia Abs Sport, questa volta con una doppietta di classE conquistata nel Rally di Salsomaggiore Terme dagli equipaggi Marco Albrigoni – Massimo Paganelli e Enrico Spreafico – Giovanni Frigerio. La 3^ edizione del rally parmense, disputata con le normative di sicurezza anti Covid 19 in vigore per glieventi sportivi, ha portato bene alla scuderia oggionese, diretta sul campo di gara dal diesse Ivano Tagliabue.
“E’ stata una trasferta decisamente positiva per i nostri colori – afferma Tagliabue -. Due vittorie di classe sono da salutare sempre con grande soddisfazione, soprattutto al termine di un Rally di Salsomaggiore intenso e faticoso, non solo per il caldo ma
anche per le sue prove molto selettive. La particolarità dell’asfalto ha messo in crisi molti piloti, anche quelli esperti. Un aspetto che valorizza maggiormente i successi e i piazzamenti colti dai nostri equipaggi nella gara emiliana”. Albrigoni – Paganelli con la nuova Renault Clio RS Light autopreparata hanno centrato la vittoria nella affollata classe PS3, recuperando nella decisiva ultima speciale il tempo perso nella prova spettacolo d’apertura. Un successo ottenuto con grande caparbietà dall’equipaggio di Osio, da un paio di stagioni accasati Abs Sport.
“Ci voleva questa vittoria, in un anno così difficile per noi bergamaschi. Finalmente
un momento di gioia, dopo tanto soffrire a casa e faticare in officina a preparare la
vettura – dice Albrigoni -. C’è da dire che siamo stati anche fortunati nel finale. Il
leader di classe Persico ha commesso un errore e noi ne abbiamo approfittato.
Abbiamo spinto sulla prova Varano e da terzi ci siamo ritrovati primi all’arrivo.
Bello. siamo troppo felici. Anche perché la gara parmense di fatto ci ha permesso di testare a fondo la nostra Clio RS Light. Fare una gara d’attacco ne è valsa la pena sotto tutti gli aspetti, nelle risposte che volevamo dalla vettura e nel risultato”.
Altra vittoria di classe conquistata dai gentleman driver Spreafico – Frigerio con la loro piccola Suzuki Swift nella R1. La gara parmense è stata scelta per ritrovare il ritmo competizioni in vista della passaggio alla nuova Renautl Clio R1, acquistata dal reparto corse Renault. Non più giovanissimi, Spreafico e Frigerio non rinunciano a
nuove sfide e dopo l’esperienza nel trofeo Suzuki ora l’obiettivo e il passaggio al trofeo Renault, dove troveranno anche qui scalpitanti equipaggi a caccia di gloria.
Tra i circa centoventi equipaggi in gara, all’arrivo con il sorriso c’era anche l’erbese
Luca Sassi, navigato da Roberto Zambetti sulla Fiat Punto S1600 rimessa a nuovo e gestita in gara dal team Elco Racing. Per loro un 39° posto assoluto al termine di una gara condotta senza errori. A seguire al 54° posto nell’assoluta il lariano Antonio
Rigamonti con il valtellinese Mirko Franzi alle note sulla Skoda Fabia R5 del team Meteor, diretto nell’occasione dal presidente della Scuderia Abs Sport, Beniamino Bianco, dando consigli utili al gentleman driver di Menaggio nell’impegnativo rally
parmense in un week end di alto livello.
Bravissimo ancora una volta con un ottimo 2° posto di classe l’olginatese Roberto
Brambilla, in coppia con la moglie Stefania Radaelli sulla Peugeot 106, rimessa a nuovo durante la pausa invernale da Massimo Donadoni presso il garage Twister di
Calolziocorte. Sfortunata invece la trasferta di Salsomaggiore per Sergio Brambilla e la figlia Sara, costretti all’abbandono già prima del via per un problema tecnico sulla loro Peugeot 106 nel corso dello shake down.
Il Rally di Salsomaggiore Terme è stato seguito con collegamenti in diretta sul canale YouTube dallo staff della Scuderia oggionese, con collegamenti dal parco assistenza, durante i quali il presidente Bianco e il diesse Tagliabue hanno raccontato e regalato momenti unici di gara da dietro le quinte, coinvolgendo team e protagonisti.
Ora la Scuderia Abs Sport si prepara per debuttare nel Campionato Italiano Montagna 2020 il prossimo week end, con la classica Alpe del Nevegal, gara che vedrà al via il valsassinese di Primaluna Giancarlo Junior Maroni, tra i più attesi protagonisti con la sua Osella PA 21.
Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Categorie
Comunicati stampa 2020

Oggiono, 29 luglio 2020

Si torna a gareggiare a Salsomaggiore Terme
Con 6 equipaggi iscritti, la Scuderia Abs Sport intensifica nel week end l’impegno
agonistico nel rally emiliano con l’obiettivo di ben figurare in diverse classi.
Si torna a gareggiare. Riprende l’attività agonistica della Scuderia Abs Sport in
questo anomalo 2020, con 6 equipaggi al via del Rally di Salsomaggiore Terme in
programma nel week end dell’1 e 2 agosto. La terza edizione del rally emiliano è
valida per la Coppa Italia di zona a coefficiente 1,5, per la Coppa Michelin e il trofeo
Renault. Gara ancora giovane ma già con un prestigio alle spalle grazie alle sue prove
che hanno fatto la storia di altri rally in passato. Il rally si svolgerà con partenza e
arrivo a Salsomaggiore Terme. In programma 246,11 km complessivi, con 7 prove
speciali per un totale di 50,30 km.
Il nutrito gruppo Abs Sport, guidato in Emilia dal diesse Ivano Tagliabue, si apre con
il lariano Antonio Rigamonti e il valtellinese Mirko Franzi al via con la splendida
Skoda Fabia R5 del team Meteor. Per Rigamonti si tratta di un “esordio” con la Fabia
R5 in prove classiche visto che finora con la vettura Ceca si è cimentato solamente in
occasione di rally in circuito.
Non meno attesa è la presenza dell’erbese Luca Sassi con la rinnovata Fiat Punto
S1600 rimessa a nuovo dal team Elco Racing di Pontelambro. Per Luca sarà
soprattutto una gara test, con a fianco il bresciano Roberto Zambetti.
E con una gran voglia di dimenticare questo drammatico 2020 e pensare di nuovo ai
rally, si presentano al via di Salsomaggiore anche i bergamaschi Marco Albrigoni e
Massimo Paganelli, in gara con la Renault Clio RS Light. Durante il periodo di
lockdown i due rallisti di Osio Sotto si sono concentrati sulla trasformazione della
loro Cio dalla fase 1 alla fase 2 Light, seguendo omologazioni e evoluzioni che la
casa costruttrice francese ha dedicato per la Clio RS.
Ritorna a gareggiare anche la famiglia olginatese da corsa Brambilla, con tanta
voglia di ricominciare a divertirsi. Con Sergio ci sarà la figlia Sara, al via con la
Peugeot 106 Xsi del Julli team, mentre il fratello Roberto avrà a fianco la moglie
Stefania Radaelli, anch’essi con la Peugeot 106 di proprietà, che durante la lunga
pausa invernale è stata rinnovata nella carrozzeria e con un nuovo propulsore.
Altro atteso equipaggio a Salsomaggiore, con l’obiettivo di riprendere confidenza con
il ritmo gara, è quello composto da Enrico Spreafico e Giovanni Frigerio, che per
l’occasione saranno in gara di nuovo con la Suzuki Swift R1, in attesa che venga
pronta la nuova Renault Clio RS r1t appena acquistata.
Da ricordare che il Rally di Salsomaggiore di svolgerà nel rispetto delle norme anti
covid, senza pubblico lungo il percorso. Lo staff della Scuderia Abs Sport seguirà i
propri equipaggi sul nuovo canale YouTube, con immagini e aggiornamenti.
Il periodo particolare di manifestazioni ufficiali senza pubblico non ha tarpato le ali
ad alcune iniziative come la salita non competitiva di Tavernole (BS), durante la
quale Alessandro Pedrini ha testato la sua Renault Cliol R3C curata dal team Smd
Racing, affidando il volante anche alla navigatrice Lena Tarzia. Sul circuito di
Chinolo Po il rallista Marco Franzi ha invece scelto di far testare la propria Renault
Clio Williams alla fidanzata e navigatrice Elena Scanzi, affiancata nell’occasione da
Beatrice Centanno. Non saranno gare titolate, ma vuoi mettere l’entusiasmo.
Ufficio stampa Abs Sport
Gianluigi Castelnovo
(Cell: 329-7970244)

Categorie
Comunicati stampa 2020

Oggiono, 15 luglio 2020

La Scuderia Abs Sport festeggia il successo di categoria di Loris Papa nell’apertura del tricolore Autostoriche a Imola. Piazzamenti ad un soffio dal podio di classe nel Rally Lana per Iannello – Fallo e Rossini – Ciceri. Prossimo impegno al Rally di Salsomaggiore ai primi di agosto con diversi equipaggi.

La terza partecipazione alle gare dopo la ripresa post lockdown ha visto di nuovo protagonista la Scuderia Abs Sport, impegnata su due fronti. In pista ad Imola, nell’apertura del tricolore Autostoriche, non si è smentito Loris Papa, centrando subito il successo di categoria con la sua Fiat 128 1100 cc preparata dalla Sportauto. Nonostante il lungo digiuno dalle gare, Loris si è subito fatto trovare pronto al primo appuntamento del 2020, conquistando una splendida vittoria che fa subito ben sperare in un nuovo titolo tricolore di categoria con l’inseparabile berlinetta torinese. In concomitanza con la gara imolese, in Piemonte è andato in scena il Rally Lana, classico appuntamento biellese che nel corso della sua lunga storia è stato inserito anche nel Campionato Italiano. L’edizione 2020 valeva per la Coppa Rally di Zona e il Campionato Regionale, con al via due equipaggi Abs Sport.

Sulla Peugeot 106 S16 assistita dal team Alliens, Rosario Iannello e Andrea Fallo si sono resi protagonisti di un’ottima prova, sfiorando il podio nella classe N2. All’arrivo si sono piazzati al 38° posto assoluto e al 4° di classe, a pochi secondi dal podio.

L’inizio di rally faceva pensare anche ad un risultato clamoroso, con il parziale del successo di classe poi, forse anche per una scelta di pneumatici non azzeccata, le aspirazioni di successo dell’equipaggio Abs Sport sono state ridimensionate.

Commenta Rosario: “ La gara è stata fantastica. Io e Andrea abbiamo cercato di dare tutto e nonostante fosse la prima volta che gareggiavamo assieme  abbiamo subito trovato un buon feeling. Anzi devo dire che Andrea si è dimostrato un ottimo navigatore, determinato e lucido in ogni momento. Purtroppo abbiamo sofferto l’ultima prova di Curino, non sono riuscito ad interpretarla al meglio ed alla fine anche il crono ne ha risentito. E’ stato un rally particolare senza pubblico, ma grazie alle dirette sul canale Youtube della Scuderia Abs Sport, non è mai mancato il sostegno di amici e fans”.

All’arrivo in 66° posizione assoluta e anch’essi quarti di classe i coniugi Valerio Rossini e Manola Ciceri sulla Peugeot 106 classe A6 curata dal team Saldarini. Nella diretta Youtube , coordinata da Antonella Gela, il dottor Rossini – di professione è un medico e nel lookdown è stato impegnato per settimane in prima linea in ospedale – ha commentato: “Il rally in queste condizioni particolari è molto strano, anche se poi in abitacolo ti dimentichi di tutto e ti sembra di tornare alla normalità. In prova l’assenza di pubblico si notava, poi in trasferimento trovavamo sempre molte persone che ci applaudivano. E’ stato bello, un segnale importante per guardare al futuro con fiducia. La nostra gara è stata improntata a concludere al meglio, pensiamo che esserci riusciti, grazie anche ai consigli di Roberto Saldarini, prezioso assistente tecnico”. Ora la Scuderia si prepara per la prossima trasferta in Emilia per partecipare al Rally di Salsomaggiore, in programma ai primi di agosto, con diversi equipaggi. Al momento sono 5 gli equipaggi che hanno confermato la presenza, ma potrebbero aumentare nelle prossime settimane.

Ufficio Stampa Abs Sport

Gianluigi Castelnovo

(cell: 329-7970244)

Categorie
Comunicati stampa 2020

Oggiono, 8 luglio 2020

Tre piazzamenti per la Scuderia Abs Sport su tre equipaggi al via nel Rally del Casentino, prima gara disputata in Italia dopo l’emergenza Covid-19. Prossimo week end di nuovo in gara con altri due equipaggi al via del Rally Lana.

Tutti all’arrivo i tre equipaggi della Scuderia Abs Sport in gara nel Rally del Casentino, giunto quest’anno alla 40^ edizione, prima gara europea disputata dopo il Covid-19 con oltre cento equipaggi al via. Un bel modo per riprendere a gareggiare, pur senza pubblico per le note restrizioni riguardo alla sicurezza pubblica. Per molti equipaggi la gara toscana, con partenza e arrivo a Bibbiena e un chilometraggio ridotto rispetto allo standard abituale, è stata l’occasione per testare nuove vetture.

Tra questi, all’ultimo momento si è schierato al via con i colori Abs Sport (iscritto dal presidente Bianco, già presente a Bibbiena) anche l’equipaggio composto da Mike Coppens Jamoul Renaud con la nuova Skoda Fabia R5 del team Meteor, in una gara test in preparazione al campionato belga.

L’equipaggio svizzero-belga è stato anche il primo Abs Sport all’arrivo, concludendo al 13° posto il rally toscano, davanti agli attesi Marco Paccagnella e Beniamino Bianco, anch’essi in gara con una Skoda Fabia R5 del team Meteor, portata al 15° posto nell’assoluta. Va detto che tra Wrc e R5 erano oltre una trentina le vetture iscritte.

Da qui si spiega la soddisfazione di Paccagnella per il piazzamento. “Siamo contenti sia io che Beniamino della nostra gara – dice Marco -. Era un bel po’ di tempo che non correvamo assieme, poi c’era anche l’inattività a pesare. Belle come sempre le prove del Casentino, veloci e complete. un plauso va agli organizzatori per aver messo in piedi un rally, con tutte le difficoltà del momento, sempre spettacolare. La vettura che ci ha messo a disposizione il team Meteor era fantastica, forse non ci abbiamo creduto più di tanto all’inizio, perché solo verso la fine abbiamo capito qual’era il suo potenziale. Però siamo soddisfatti, in alcune prove abbiamo registrato dei bei tempi e il piazzamento finale è da prendere con soddisfazione. Ci proveremo ancora, in questa occasione abbiamo preso confidenza con la Fabia R5, ma già da ora non vediamo il momento di riprovarci”.

Problemi di adattamento per la poca conoscenza del percorso e della nuova Renault Clio R3 per Alessandro Pedrini e Lena Tarzia, costanti comunque nell’inseguire il quinto posto di classe R3C. Il prossimo impegno di Pedrini sarà ora il Rally della Lanterna, altro appuntamento di prestigio, che nell’occasione affronterà con il presidente Bianco alle note. Ma già incombe il prossimo impegno, questa volta in Piemonte, con il Rally Lana, altro rally di prestigio, in programma sabato 11 e domenica 12 luglio, senza la presenza di pubblico lungo le speciali. Due equipaggi gli equipaggi Abs Sport alla partenza, il primo formato dai coniugi erbesi Valerio Rossini e Manola Ciceri. Una gara che soprattutto per loro ha un sapore speciale. Valerio Rossini è un medico e negli ultimi mesi è stato impegnato in corsia in ospedale a fronteggiare l’epidemia Covid – 19. Ora che la tensione si è allentata, il dottor Valerio si è preso un week end speciale con la moglie, abituale navigatrice, riprendendo il volante della Peugeot 106 preparata da Saldarini, tornando alla passione di sempre. Sempre nella classe N2, anch’essi su Peugeot 106 saranno al via anche Rosario Ianello e Andrea Fallo, per la prima volta in gara insieme. Il Rally Lana 2020 sarà senza pubblico, ma oltre alle dirette internet tradizionali con i vari aggiornamenti di news e classifiche, anche la Scuderia Abs Sport si è attivata su Youtube con un nuovo canale per seguire i propri equipaggi.

Ufficio Stampa Abs Sport

Gianluigi Castelnovo

(cell: 329-7970244)

Categorie
Comunicati stampa 2020

Oggiono, 30 giugno 2020

La Scuderia Abs Sport accende i motori
Il valsassinese Giancarlo junior Maroni si impone subito in pista a Magione con l’Osella PA 21 – JRB. Il prossimo week end riprendono anche i rally, con due equipaggi Abs Sport al via del prestigioso “Casentino”. In gara saranno Paccagnella – Bianco su Skoda Fabia R5, Pedrini – Tarzia su Renault Clio R3C.

Tornano ad accendersi i motori alla Scuderia Abs Sport. E già questo è motivo di festa che fa ben sperare per il futuro dopo mesi di apprensione. Per il presidente Beniamino Bianco e il diesse Ivano Tagliabue è dunque tempo di tornare a guardare agli impegni agonistici dei propri associati. Il primo ad accendere i motori è stato il valsassinese Giancarlo junior Maroni che, in una gara non titolata in pista, la prima competizione in assoluto in Italia disputata sul circuito di Magione in Umbria, ha primeggiato nella varie manches disputate. Un bel modo per ricominciare a prendere confidenza con l’Osella PA 21 – JRB.

La gara, denominata Individual Races Attack, competizione che ricalca ilregolamento delle cronoscalate, ha visto in gara piloti al volante di ogni tipo di auto da corsa. Nella somma delle due maches, Maroni junior ha prevalso sull’esperto Iaquinta (Osella PA 21 Evo) e Di Somma (Dallara F302). Dice Maroni junior: “Non vedevo l’ora di ricominciare. Per noi appassionati di motori è stata dura stare fermi a casa, anche se qualche giro sui kart l’ho fatto per stare in allenamento. Durante il lockdown abbiamo avuto modo di sistemare la nostra Osella e la gara di Magione è stata l’occasione per verificare vettura e…pilota. Direi che tutto è andato per il meglio, adesso non ci rimane che aspettare il via delle gare titolate, salita o challenge non importa, per tornare a tempo pieno”. Pure i rally stanno per accendere i motori, con il classico “Casentino” in Toscana a fare da apripista il 3 e 4 luglio. E se l’attesa del movimento era palpabile da settimane, il pienone di iscritti, rappresenta il modo migliore per festeggiare il ritorno dei rally, il primo in Europa, e la 40^ edizione dello storico rally aretino, che vedrà alla partenza 107 vetture. La Scuderia Abs Sport sarà rappresentata in Toscana da due equipaggi, il primo formato da Marco Paccagnella e Beniamino Bianco, che nel rally aretino in passato hanno colto delle belle soddisfazioni, con la “perla” del successo assoluto nell’edizione 2010 con la Citroen Xsara Wrc, colto all’ultimo chilometro della lunghissima speciale Talla. Quest’anno l’equipaggio lecchese sarà al via con la Skoda Fabia in versione R5 del team Meteor, con l’obiettivo di inserirsi tra i big della gara. “Ci tenevamo ad essere presenti a questa gara per noi speciale – afferma Paccagnella-. Speravamo in una situazione migliore, ma rimettere casco e tuta è già qualcosa che va oltre le emozioni dopo l’ultimo periodo. Ci presentiamo motivati e consapevoli che non sarà facile scalare la classifica con equipaggi di spessore e ben 25 R5 in gara, ma vedremo di dire come sempre la nostra in un rally che ci piace molto e a cui siamo particolarmente affezionati”. Altro equipaggio al via è quello formato da Alessandro Pedrini e Lena Tarzia, iscritti con la nuova Renautl Clio R3C della Smd Racing. L’equipaggio di Albino porterà nel cuore i proipri concittadini, duramente colpiti dalla pandemia Covid.Sarà un’edizione anomala il Rally del Casentino 2020 per via del DPCM e del protocollo riguardo alle gare, quindi senza la presenza del pubblico sulle prove per evitare assembramenti e con un percorso ridotto a soli 85 km di prove speciali. Ma ricominciare per tutti è già un successo.

Ufficio Stampa Abs Sport

Categorie
News 2020

L’UNIONE FA’ LA FORZA

ABS  DOPO  L’EMERGENZA COVID-19 PIU’ UNITA CHE MAI .

 #IORESTOACASA    

 #ANDRàTUTTOBENE  

Visits: 914 | Total: 60071
Categorie
Comunicati stampa 2019

Oggiono, 3 DICEMBRE 2019

DOPPIO IMPEGNO DI PRESTIGIO ATTENDE LA SCUDERIA ABS SPORT.

Show sarà presente con due equipaggi formati da Cattaneo – Bianco e Papaleo – Ferraro. A Rijeka, nella finale del Rally Championship saranno al via Masciadri e Frigerio. Sulla pista di Sarno il valsassinese Maroni chiude la stagione con due successi di categoria nel Master Avon.

La Scuderia Abs Sport si prepara ad affrontare uno degli appuntamenti più attesi della stagione, il Monza Rally Show. L’evento spettacolo è in programma dal 6 all’8 dicembre al Monza Eni Circuit, con una tre giorni di staccate e derapate che si concluderanno nel pomeriggio di domenica con l’attesissimo Master Show che vedrà scendere in pista alcuni dei più blasonati piloti al mondo alla guida di vetture WRC.

Il programma del rally tradizionale è diviso su tre giornate, con 8 prove speciali per un totale di 163 km, con le due prove Grand Prix inserite entrambe nella giornata di sabato. Un’ottantina gli equipaggi iscritti, con la categoria R5 regina del rally tradizionale. Tra questi sono presenti anche due equipaggi Abs Sport, il primo formato dal brianzolo Luca Cattaneo affiancato nell’occasione dal presidente Beniamino Bianco.
Per entrambi non è la prima volta a Monza, ma l’occasione è davvero speciale. Innanzitutto saranno al via con la Skoda Fabia R5 del team Meteor, la stessa vettura con la quale Giandomenico Basso ha vinto il titolo italiano rally 2019. Un “peso” non da poco, ma sia Luca che Beniamino hanno deciso di affrontare il rally evento brianzolo con l’entusiasmo e la passione che da sempre li contraddistingue.

“E’ davvero un’occasione speciale per noi correre al Monza Rally Show – dice Cattaneo -, ma che affrontiamo senza porci tanti problemi. Non è nostra intenzione confrontarci con i big del rally, ma cercare di dire la nostra in un contesto così prestigioso. Sono contento che ad affiancarmi ci sia il presidente Bianco, che in passato ha già avuto modo di far valere le sua qualità di navigatore ad alto livello. Siano carichi e fiduciosi di fare una bella gara e regalare un bel risultato a chi ci ha sostenuto in questa avventura, in particolare al nostro main sponsor Ocean Club”.

Con i colori Abs Sport saranno al via anche il lecchese Renato Papaleo , che si divide tra formule e rally in pista, coadiuvato da Ezio Ferraro sulla Skoda Fabia R5 del team H Sport. Anche per loro l’obiettivo è concludere la gara con un bel piazzamento.

In concomitanza con Monza sulla pista di Rijeka in Croazia il giovanissimo Gabriele Masciadri e Giovanni Frigerio saranno in gara nell’ultima prova del campionato Rally Championship con la Renault Twingo RS. L’obiettivo è il podio nella categoria in gara e nel campionato.

Chi invece ha chiuso la stagione è Giancarlo Junior Maroni , che lo scorso week end si è presentato al via del trofeo Avon Super Master, andato in scena sulla pista di Sarno in Campania. In questa speciale gara di velocità aperta a diverse categorie e piloti riservata al costruttore di pneumatici britannico, il valsassinese si è di nuovo ben distinto salendo sul podio nella propria categoria in entrambe le manche disputate.

“Sono contento di aver accettato l’invito a partecipare al Master Avon – afferma Maroni -. E’ stata una lunga trasferta, me ne è valsa la pena. Mi sono divertito e colto belle soddisfazioni in un contesto di prestigio, con nomi altisonanti in gara. Nelle due gare mi sono piazzato il sesto e il terzo posto assoluto, vincendo in entrambe le occasione nella mia categoria con l’Osella PA 21 – Suzuki. Nell’assoluta si è imposto Merli che è campione europeo in salita, per cui basta questo nome per capire lo spessore dei partecipanti. Non conoscevo il circuito di Sarno, da devo dire che si è ben prestato ad una gara di velocità con mezzi di assoluto livello. E’ stata una bella festa, un bel modo per chiudere la stagione con tutti i piloti che gareggiano con Avon. Ora ci prendiamo un po’ di pausa e poi penseremo ai programmi 2020, che molto probabilmente ricalcheranno quelli di questa stagione con l’Osella”.